Montoro Inferiore: vogliamo un Piano di Zona sociale autonomo

by 21 febbraio 2005

Una vera sinergia tra Montoro Inferiore, Montoro Superiore, Solofra e Serino, per la costruzione di un piano di zona staccato da Atripalda, che renda autonomi i 4 Comuni in questione. “Riteniamo di essere uno dei Comuni che sta lavorando seriamente e non vogliamo sottostare alle decisioni degli altri – afferma il vice sindaco Nicola Montone – Abbiamo da tempo intrapreso il cammino verso una politica volta all’assistenza domiciliare degli anziani e delle persone diversamente abili. Abbiamo intenzione di gestire in prima persona questi servizi perché riteniamo possano funzionare meglio. Ovviamente una volta trovato l’accordo tra i quattro Comuni occorrerà un passaggio alla Regione prima che il progetto vada in porto”. Impegnato nella valorizzazione del patrimonio immobiliare del Comune il vice sindaco Nicola Montone si dice ora alla ricerca di 1500 euro per ricostruire la scuola media. “Bisogna ricostruire la scuola e occorrono 3 milioni di euro. Il Comune ha già stanziato i propri fondi, ora stiamo cercando di recuperare il resto. L’obiettivo è quello di reclutare i terreni dove erano situati i prefabbricati, rivalutarli e metterli sul mercato. Stiamo anche cercando di ricapitalizzare i mutui per fare cassa. La scuola e la politica di sviluppo sono gli obiettivi che ci siamo dati in campagna elettorale e ci stiamo impegnando in questo senso”. Continua, quindi, l’impegno dell’amministrazione anche in direzione dell’Università, altra risorsa su cui puntare: “Abbiamo avuto dei contatti con l’Università, in particolare il Preside della facoltà di Farmacia è alla ricerca di laboratori e noi ci siamo offerti di ospitarli sul nostro territorio, anche se l’obiettivo del Rettore sembra orientato verso l’acquisto dei fabbricati”. Riguardo alla questione unificazione, tutta l’amministrazione di Montoro Inferiore è favorevole a questa soluzione, “E’ anacronistico pensare ad una realtà unica come quella di Montoro, divisa a livello amministrativo. Stiamo lavorando già ad una serie di progetti comuni. Il Sindaco ha anche proposto un referendum cittadino per avere un’indicazione popolare”. Infine da poco è stato presentato un progetto alla Provincia per la ristrutturazione del castello Longobardo, ritenuto il simbolo delle due Montoro, progetto che sembra avere ricevuto, questa volta, anche il benestare della Presidente Alberta De Simone.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.