Montoro I., bando di gara per assegnazione area PEEP Misciano

5 dicembre 2012

Il Comune di Montoro Inferiore ha pubblicato in data martedì 4 dicembre un bando di gara per l’assegnazione di un’area PEEP – Piano per l’Edilizia Economica e Popolare – alla frazione di Misciano. Il lotto oggetto del bando ha una superficie complessiva di 3480 metri quadrati, ed è destinato alla costruzione di nuovi moduli abitativi per il territorio. I soggetti legittimati a partecipare al bando di gara per la realizzazione di programmi costruttivi sono: le Cooperative, i loro consorzi e l’I.A.C.P.

Le domande dovranno essere consegnate all’Ufficio Protocollo dell’Ente entro e non oltre le ore 12.00 del 45-esimo giorno successivo alla data di pubblicazione del bando.
Elementi di valutazione per la selezione dei partecipanti saranno: la sede legale del concorrente (avranno maggiore punteggio le cooperative con sede in Montoro Inferiore), l’anzianità di costituzione della cooperativa, l’attività di costruzione svolta negli ultimi 5 anni, alcuni requisiti relativi ai soci e la bontà degli interventi realizzati negli ultimi 5 anni dal punto di vista della bioedilizia e del risparmio energetico. Le domande di partecipazione dovranno essere predisposte sull’apposita modulistica che, unitamente al bando di gara, sono disponibili sul sito internet istituzionale del Comune e potranno essere ritirate direttamente presso l’Ufficio Tecnico Comunale – Settore Edilizia Privata e Servizi alle Imprese, nell’orario di apertura al pubblico dell’Ente. Il bando pubblicato dal Comune di Montoro Inferiore assume un valore particolarmente significativo in questo momento di grande crisi, soprattutto per le esigenze abitative delle famiglie e dei nuovi nuclei familiari che riscontrano sempre più difficoltà all’acquisto di una nuova casa – spiega il Sindaco Carratù – il Regolamento per l’Assegnazione delle Aree P.E.E.P. approvato l’anno scorso in Consiglio Comunale ci ha permesso di rendere l’area, sita alla frazione di Misciano, disponibile alla costruzione di tali abitazioni. Speriamo che ci sia un buono e vivo interessamento da parte delle cooperative locali in modo che i nostri cittadini abbiano l’opportunità di costruire una propria casa a costi accessibili e senza forme di speculazione edilizia.