Montoro, fuochi pirotecnici illegali e droga: nei guai pregiudicato

Montoro, fuochi pirotecnici illegali e droga: nei guai pregiudicato

19 febbraio 2016

Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Baiano, nel corso dei consueti servizi di controllo del territorio finalizzati a garantire sicurezza e rispetto della legalità, hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria un pregiudicato montorese.

In particolare, i Carabinieri della Stazione di Montoro Inferiore coadiuvati dai colleghi dell’Aliquota Radiomobile di Baiano, nel pattugliare il territorio, procedevano al controllo del giovane, già noto alle Forze dell’Ordine, il quale era alla guida della sua autovettura.

Effettuata una perquisizione all’interno del veicolo veniva rivenuta, occultata nel portaoggetti, uno spinello già acceso.

Nella circostanza il pregiudicato, opportunamente invitato dagli agenti, rifiutava di sottoporsi ad accertamenti presso l’idonea struttura sanitaria, per verificare se stesse guidando sotto l’influenza di sostanze stupefacenti.

I militari operanti decidevano di estendere la perquisizione anche alla sua abitazione rinvenendo, accuratamente occultati all’interno di un cassetto della camera da letto, circa 20 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi confezionate in bustine di cellophane ed un bilancino di precisione.

Durante la perquisizione domiciliare venivano rinvenuti anche fuochi pirotecnici di detenzione e vendita proibita, contenenti polvere da sparo per un peso complessivo di oltre 5 chili.

Alla luce delle evidenze emergenti, il giovane pregiudicato montorese veniva denunciato alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta da Procuratore dott. Rosario Cantelmo, per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, omessa denuncia di materiale esplodente nonché rifiuto di sottoporsi ad accertamento per la guida in stato di alterazione psicofisica da uso di stupefacenti.

Contestualmente veniva altresì segnalato alla competente Autorità Amministrativa ai sensi dell’articolo 75 del D.P.R. 1990, n. 309, quale assuntore di sostanze stupefacenti.

La droga ed il materiale esplodente sono stati sottoposti a sequestro.