Montemarano – Dopo 25 anni il ponte sul fiume Calore

12 marzo 2006

Montemarano – In appalto i lavori per la costruzione del ponte sul fiume Calore. Il tratto è chiuso al transito da molti anni, dopo i gravi danni causati dal sisma del 1981. A renderlo noto il primo cittadino di Montemarano Mario Marino che sottolinea la necessità dell’intervento. Il ponte di collegamento è d’importanza strategica nella struttura viaria del paese dal momento che costituisce l’unico anello di congiunzione tra contrada Draiole e il centro abitato. Il finanziamento regionale, relativo alla legge 219, destinerà circa 950 mila. Oltre alla costruzione ex novo dell’infrastruttura si procederà alla messa in sicurezza dell’intera area, in particolare dell’alveo del fiume. Il miglioramento della situazione meteorologica consentirà l’avvio dei lavori che, si spera, saranno ultimati nel corso dell’anno. Il recupero del centro storico è l’altro obiettivo della squadra comunale targata Marino. 300 mila euro saranno destinati per finanziare i lavori, già cantierati, di riqualificazione del centro urbano. In via di ultimazione, invece, la sistemazione delle fognature del centro storico. A breve sarà portato a compimento il tratto fognario in via San Francesco e il collettore per la raccolta delle acque reflue dalla frazione di Ponte Romito al depuratore centrale. Intanto, crescono le speranze di vedere realizzata in tempi celeri anche la struttura sportiva polivalente, tanto declamata dal sindaco Marino.