Montella /Accoltella la moglie durante una lite

16 maggio 2005

Montella – Un altro dramma si è consumato tra le mura domestiche. Ancora una volta vittima di maltrattamenti è una donna colpita a suon di coltellate. A “punirla” è stato il compagno di una vita. Erano le 19.20 quando al centralino del “112” è giunto l’S.O.S. lanciato da alcuni vicini di casa dei coniugi Gramaglia di Montella. Immediatamente in Via S. Eustacchio si sono portati i Carabinieri della Compagnia che, giunti sul posto si sono visti aggrediti dal 56enne: l’uomo ha opposto resistenza e, non contento si è scagliato contro il parabrezza di una delle pattuglie degli uomini del Capitano Nicola Mirante. Fortunatamente, i militari sono riusciti a bloccarlo e ad ammanettarlo: mentre Michele Gramaglia veniva tradotto in Caserma per l’espletamento delle procedure di rito, al civico 7 di Via S. Eustacchio si sono portati i volontari del 118. dopo le prime cure prestate alla donna, una cittadina extracomunitaria di 47anni, a sirene spiegate hanno trasportato la vittima al Pronto Soccorso del “Moscati” dove, dopo gli accertamenti di rito, i medici del nosocomio di Viale Italia l’hanno dichiarata non in pericolo di vita. E’ stato solo grazie al destino che la tragedia non è riuscita a porre fine all’esistenza di una donna rea di aver, per futili motivi scaturiti dalla gelosia morbosa, fatto scattare l’ira del marito. Il 47enne l’ha colpita ripetutamente all’altezza della spalla e dell’addome non riuscendo a ferirla mortalmente. Si trova tuttora sotto stretta osservazione nel Reparto di Chirurgia d’Urgenza, dove è stata ricoverata dopo un delicato intervento chirurgico: la prognosi resta comunque riservata e nelle prossime 36-48ore i medici potranno pronunciarsi sul suo quadro clinico. Intanto, a Montella dopo l’espletamento delle procedure di rito, Michele Gramaglia è stato tradotto in Carcere.