Montefusco – Trovato morto in un burrone il 74enne Carmine Barone scomparso dalla sua abitazione il giorno prima

by 11 marzo 2005

di Emiliana Bolino – Le ricerche non sono servite a riportarlo sano e salvo alla sua famiglia. Sono stati i Vigili del Fuoco a rinvenirlo cadavere ieri mattina alle 7 in un burrone di Via Torresi. E’ stato un macabro rinvenimento: era accasciato sul terreno, seminudo e con evidenti segni di assideramento.
Carmine Barone, questo il nome della vittima, era uscito di casa intorno alle 14 di giovedì dopo aver pranzato. Aveva chiesto alla moglie di accompagnarlo in campagna ma lei, per le avversità climatiche, aveva rifiutato. Allora aveva deciso comunque di andare a “salutare” il suo vigneto: un appuntamento quotidiano al quale non rinunciava neppure quando pioveva o faceva freddo.
Il pomeriggio era trascorso normalmente per la famiglia Barone ma, con il calar della notte ed il non rientro a casa del loro congiunto, i brutti pensieri hanno avuto il sopravvento: erano circa le 21.30 quando i figli di Carmine Barone si sono recati presso la locale Stazione dei Carabinieri per denunciare la sua scomparsa. Immediatamente il Comandante Vincenzo Sirico ha allertato i suoi uomini e, con l’ausilio dei Vigili del Fuoco, di volontari e della stessa famiglia Barone, ha avviato le ricerche. I soccorritori hanno percorso la strada che da Via San Nicola, dove è situata l’abitazione dell’uomo, conduce alle campagne di Via Torresi: un percorso impervio non solo per la presenza di fango e di valloni improvvisi ma soprattutto per i numerosi sentieri scoscesi che, nonostante l’utilizzo di torce elettriche, hanno reso difficile le ricerche interrotte in tarda notte e riprese alle prime luci dell’alba di ieri. I soccorritori si sono divisi in squadra al fine di recuperare il tempo: tra mille difficoltà non hanno mai mollato perché speravano di ritrovarlo vivo. Ma, purtroppo, il destino nefasto aveva già compiuto il suo percorso: erano le 7 quando Carmine Barone è stato rinvenuto cadavere nel vallone di Via Torresi.
Sul posto si sono portati i familiari, il Pubblico Ministero della Procura di Avellino di turno ed il medico legale: da un primo esame esterno sul corpo, il 74enne sarebbe stato stroncato da un malore improvviso. La salma è stata sottoposta a sequestro e nelle prossime ore sarà eseguito l’esame autoptico il cui esito spiegherà la causa e l’ora del decesso.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.