Montefusco, al via 1° Concorso Enologico “Lucio Mastroberardino”

Montefusco, al via 1° Concorso Enologico “Lucio Mastroberardino”

18 luglio 2017

Con l’intento di valorizzare il nostro territorio attraverso la storia, la cultura, le nostre tradizioni e i nostri prodotti tipici, nasce quest’appuntamento con il 1° Concorso Enologico “LUCIO MASTROBERARDINO” 2017, concorso dedicato ai Vini della Regione Campania a DOCG, a DOC, e a IGT oltre che agli Spumanti, per dare visibilità a quelle aree di un territtorio ricco come la Regione Campania, a volte poco valorizzate o conosciute, che si terrà nello splendido scenario di Montefusco, paese decretato monumento nazionale, ed ex capitale del Principato d’Ultra, nei giorni 25-26-27 Agosto 2017.

Già lo scorso è stata realizzata la nostra edizione numero zero, che ha visto una folta partecipazione di aziende Irpine, avendo racchiuso il concorso alla sola denominazione del Greco di Tufo DOCG, che invece da quest’anno con l’avvenuto riconoscimento  ai sensi della Legge 283/2016, art 42 e 90 del D.M. 16  dicembre 2010, da parte del MIPAAF, autorizza la nostra Associazione “MONSFULSULAE” all’organizzazione del Concorso Enologico regionale “Lucio Mastroberardino 2017”, ai sensi della normativa vigente, richiamata all’oggetto.

Elemento forte e caratterizzante del Concorso, oltre alla valorizzazione dell’intero comparto della filiera Vitivinicola e quindi dei suoi vini a DOCG  quali il GRECO DI TUFO, il FIANO DI AVELLINO, il TAURASI, e l’AGLIANICO DEL TABURNO, andrà a far scoprire anche il grande mondo delle DOC regionali e l’intera produzione dei vini a IGT della Regione Campania.

Il comitato dell’Associazione Culturale MonsFulsulae è costituito da un bel gruppo di ragazzi di Montefusco, che si sono posti come obbiettivo la valorizzazione del territorio e della storia enologica, e, la sua divulgazione in quello che oggi è definito il mercato globale, tanto che anche i premi che verranno rilasciati ai vincitori delle varie sezioni del concorso saranno costituiti da Opere d’Arte realizzate da artigiani del nostro territorio, proprio in ragione del fatto che si cerca di valorizzare tutte le risorse delle nostre meravigliose terre.