Montefredane – Sequestrati 100 chilogrammi di botti illegali

23 dicembre 2005

Festività natalizie: si accrescono i servizi tesi a contrastare efficacemente il fenomeno della fabbricazione e della vendita di materiale pirico non consentito. Gli uomini della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura di Avellino, ad epilogo di accurate indagini hanno contestato al proprietario di una fabbrica di fuochi artificiali situata in località Campo Ferrato, nel comune di Montefredane, la violazione delle prescrizioni indicate nella licenza. Tra queste il divieto di adoperare utensili metallici per il confezionamento dei fuochi. Una violazione che si è poi tradotta nel sequestro di 16 chilogrammi di polvere nera e 100 chilogrammi di manufatti già confezionati pronti da immettere sul mercato dei ‘botti’ di fine anno. Non solo. Nel comune di Avellino i Poliziotti di quartiere, durante il quotidiano servizio espletato sulle strade cittadine, su segnalazione di un inquilino di uno stabile di via Tagliamento, preoccupato per un insolito andirvieni di persone sospette nel palazzo, ha segnalato ai poliziotti la presenza di due giovani di nazionalità russa privi di permesso di soggiorno. Uno di loro, a seguito di successivi accertamenti, è stato tratto in arresto in flagranza di reato per inottemperanza al Decreto di espulsione emesso nel 2003 dal Prefetto di Avellino.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.