Montefredane, nessuno addobbo natalizio nelle contrade

11 dicembre 2011

Il Natale con suoi simboli non arriva in tutto il paese. Succede a Montefredane, dove l’amministrazione comunale ha deciso di adornare con luci e alberi solo la centralissima Piazza Municipio e la piazzetta antistante la chiesa Santa Lucia di Arcella, mentre, le frazioni di Alimata e Bosco Magliano, a differenza degli scorsi anni, non avranno nessun segno del Santo Natale. Una continua mortificazione delle periferie operata per mano di una amministrazione comunale che solo qualche mese fa, invece, sosteneva la necessita’ di valorizzare le frazioni per unire la comunita’. Considerata la grave crisi economica che investe anche la comunità della Valle del Sabato, lo sfarzo certamente poteva risultare fuori luogo, ma la classica e modesta stella natalizia luminosa poteva essere posizionata anche quest’anno. Forse i residenti di Bosco Magliano e della frazione Alimata si sono comportati male elettoralmente nei confronti della compagine che fa capo al sindaco Valentino Tropeano, per questo gli amministratori comunali hanno ritenuto di privarli delle luminarie natalizie. Ma i giovani della frazione Alimata non approvando la scelta operata della giunta Tropeano, hanno intrapreso una colletta tra i residenti della zona per posizionare sulla piazzetta Alimata un albero di Natale con le relative luci colorate. L’iniziativa e’ nata spontaneamente, ma vuole testimoniare che i cittadini della frazione Alimata non consentono alla amministrazione comunale di Tropeano di cancellare la tradizione cristiana del Santo Natale. Per questo, fanno sapere i giovani di frazione Alimata, ‘doneremo un sacco di cenere e carbone al sindaco Tropeano’.