Monteforte, volantini contro il sindaco Giordano e il vice Della Bella: a giudizio la consigliera Renzulli

Monteforte, volantini contro il sindaco Giordano e il vice Della Bella: a giudizio la consigliera Renzulli

10 gennaio 2019

Diffamazione in concorso: è questa l’accusa con cui è stata citata in giudizio la consigliera comunale Katia Renzulli e il compagno Carmine Noviello.

I fatti. La vicende giudiziaria nasce lo scorso marzo quando all’interno del bar più frequentato di Monteforte, ha iniziato a girare un volantino diffamatorio nei confronti del primo cittadino Costantino Giordano e del suo vice Martino Della Bella. Volantino che alludeva a presunte irregolarità nella selezione del personale (dieci i nomi riportati su cento) per il concorso del Servizio civile e a relative implicazioni dei due amministratori di Palazzo Loffredo.

E così Giordano e Della Bella hanno sporto denuncia ai carabinieri che, dopo mesi di indagini, sono risaliti alla consigliera di “Sarà Bella” Katia Renzulli e al suo compagno. L’udienza dibattimentale è fissata per il prossimo 22 marzo davanti al giudice Buono.

Le reazioni. Intanto il sindaco si dice “amareggiato” tuttavia afferma: “Confido nella giustizia che farà luce sull’accaduto. Se dovesse essere confermato è certamente una sconfitta per le istituzioni considerando il coinvolgimento di un consigliere che svolge un ruolo che impone un comportamento rispettoso nei confronti di tutti”. Alle parole dei sindaco si affianca il suo vice Della Bella. Mentre la consigliera Renzulli respinge ogni addebito e il suo gruppo “Sarà Bella” si schiera al suo fianco. “Siamo certi – dichiarano – che ci sarà modo di dimostrare l’assoluta estraneità ai fatti nelle sedi opportune”.