Montaguto – Frana: smontati i binari più a rischio

16 marzo 2010

Montaguto – Notizie sempre più preoccupanti arrivano dallo smottamento più grande d’Europa. Si lavora senza sosta sul luogo della frana, domenica compresa. Ieri, dopo che a scopo precauzionale era stata sospesa la linea aerea della ferrovia, sono stati smontati i binari e le traverse nel punto in cui la massicciata ferroviaria potrebbe avere maggiori problemi con la pressione del fronte franoso, giunto ormai a pochissimi metri.
Come riferito dal ‘disaster manager’ per la Campania, Mario De Biase, il laghetto a monte al momento non è a rischio tracimazione e anche le acque superficiali sono sotto controllo. Quello che preoccupa è ovviamente la ferrovia. Dall’11 marzo a causa della frana Trenitalia ha chiuso il tratto di ferrovia tra Panni e Montaguto. Rfi, per ovviare al disagio che comporterebbe la cancellazione di tutti i treni in partenza da Lecce, Bari e Foggia, e diretti a Benevento e Caserta e nella capitale, ha attivato un servizio sostitutivo con i pullman. Ma i passeggeri che percorrono quel tragitto sono costretti a scendere dal treno alla stazione di Foggia, prendere un mezzo che li riporta fino a Benevento, e da lì risalire su un altro treno. Sulla direttrice Roma-Puglia il tempo di percorrenza totale resta indeterminato.