Mondial, fumata grigia al Mise a Roma: c’è una speranza per gli operai di Montemiletto

Mondial, fumata grigia al Mise a Roma: c’è una speranza per gli operai di Montemiletto

12 ottobre 2015

Si è appena concluso al Mise a Roma il tavolo sulla vertenza Mondial Group di Montemiletto. Presso la sede di via Molise, Giampiero Castano, capo dell’unità di crisi delle vertenze al Mise, ha incontrato le parti sociali degli stabilimenti Mondial di Montemiletto e Alessandria e gli amministratori del Comune irpino.

Dall’incontro è emersa chiaramente la volontà dell’azienda di voler riposizionate il prodotto nel mercato europeo con un abbattimento dei costi rispetto allo stabilimento di Montemiletto e quindi lo spostamento in un’altra struttura più piccola.
È emersa a chiare lettere la volontà di fare un prodotto innovativo.

L’assessore del Comune di Montemiletto Rosa Barletta presente al tavolo con il sindaco Agostino Frongillo e la consigliera Lombardi ha dichiarato: “Per il recupero dell’efficienza e il taglio dei costi occorre dialogo e consenso; perché ci sia questo è necessario che l’imprenditore metta sul tavolo i problemi. Questo il compito delle istituzioni.

L’incontro di stasera si conclude con una richiesta a Franco Monico di un piano dettagliato al fine di trovare insieme una soluzione”.

Il tavolo è stato rinviato al 18 novembre.

Intanto, per i 71 dipendenti di Montemiletto si avvia la cassa integrazione per riorganizazzione aziendale e non, dunque, per crisi che apre alle 71 famiglie la strada per cominciare a sperare di nuovo.