Mirabella, protocollo d’intesa per sviluppo territorio

26 gennaio 2013

Giovedì 31 gennaio 2013 alle ore 12.00 a Mirabella Eclano (AV) presso il teatro del Comune, in Via Municipio n. 1, si terrà la Conferenza Stampa di presentazione dell’Avviso pubblico per la definizione del Piano Regionale di Intervento, ai fini della valorizzazione, conservazione, gestione e fruizione del patrimonio culturale della Campania, a valere su fondi PO FESR Campania 2007-2013 – Obiettivo Operativo 1.9 attività a). Nel corso della Conferenza Stampa si procederà alla sottoscrizione del Protocollo d’Intesa per la costituzione del Partenariato Istituzionale composto dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Campania (Soggetto Capofila), dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici di Salerno, Avellino, Benevento e Caserta, dalla Provincia di Avellino, dal Comune di Mirabella Eclano, dall’ANAS e dalla Curia. In risposta al suddetto Avviso, il Partenariato si farà promotore di una Proposta Progettuale finalizzata alla creazione di un Sistema Turistico – Culturale che metta in rete il Parco archeologico di Mirabella Eclano con il Sistema Museale comunale; siti culturali suscettibili di valorizzazione e gestione integrata, in linea con quanto previsto dall’Accordo di Programma sottoscritto dal MiBAC e dalla Regione Campania in data 18/02/2009. Durante la Conferenza Stampa sarà, infine, presentato l’Avviso pubblico per la raccolta di Manifestazioni di Interesse per la definizione di interventi finalizzati alla fruizione dell’area del Parco Archeologico di Mirabella Eclano, rivolto a tutti gli operatori socio – economici, costituiti e non, operanti nell’area di riferimento. Obiettivo è realizzare un’azione di ascolto e di animazione territoriale anche al fine di promuovere la definizione di un Modello di Gestione condiviso, partecipato e coerente con quanto già esistente ed operante sul territorio. In particolare, l’attività a) dell’Obiettivo Operativo 1.9 “Beni e siti Culturali” prevede “Azioni di restauro, recupero e promozione dei siti di valore storico, archeologico, ambientale e monumentale presenti sul territorio regionale in continuità con la precedente programmazione, attraverso la gestione integrata degli interventi realizzati (messa a sistema dei GAC, itinerari culturali, messa in rete dei Siti UNESCO)”. Obiettivo condiviso, con le direttive della Regione Campania, è quello di promuovere modelli innovativi di Sviluppo Locale centrati sulla salvaguardia e la valorizzazione delle risorse culturali del territorio, perseguendo il duplice scopo di rafforzare le azioni di recupero, conservazione e gestione dei beni culturali e di qualificarne l’offerta, mediante lo sviluppo di servizi e di attività capaci di promuoverne il grado di attrattività. Per il territorio si tratta di un’occasione unica e prestigiosa per realizzare un virtuoso circuito integrato in grado di valorizzare e promuovere i luoghi, i sapori, i valori, la cultura e le tradizioni di una delle aree più suggestive della Campania, contribuendo, in modo significativo ed innovativo, alla crescita della notorietà territoriale e regionale e sostenendo l’economia diretta e indiretta, anche attraverso il coinvolgimento e la partecipazione attiva di tutti gli attori istituzionali e socio economici coinvolti e/o coinvolgibili nella gestione del sito archeologico, che garantisca il sostegno a nuova economia, occupazione, formazione e diversificazione dell’offerta di servizi al turismo.