Minacce ad amministratori, convocato il comitato di ordine pubblico

15 giugno 2005

Sant’Angelo dei Lombardi – Ancora scossoni nel paese dell’Alta Irpinia. Dopo il malcontento che si è registrato tra i dipendenti dell’Ufficio Tecnico Comunale, a causa di alcuni incarichi professionali che hanno fatto discutere, ora è la volta degli amministratori. In questo caso, però, non si tratta di questioni legate agli equilibri politici, ma di attacchi ‘diretti’ che denotano una situazione ben più grave. Il tutto avvalorato dalla convocazione d’urgenza da parte del primo cittadino, Antonio Petito, del Comitato di Ordine Pubblico che si terrà venerdì alle ore 12.00. Il provvedimento si è reso necessario a seguito di alcuni deplorevoli episodi che si sono registrati ai danni di assessori e consiglieri comunali. Si tratta, a sentire i più informati, di veri e propri atti intimidatori che si protraggono oramai da diverso tempo e che creano non poco fastidio ai destinatari, destando anche una certa preoccupazione. Dopo l’ennesimo fatto, il sindaco del comune ha deciso di riunire l’assemblea di esperti per far luce sulla vicenda e per individuare eventuali responsabili. Gli episodi hanno creato allarme non solo tra le ‘vittime’ ma anche tra i cittadini, i quali hanno sollecitato, più volte, le autorità preposte al fine di evitare ulteriore apprensione. Nessuna dichiarazione da parte dei diretti interessati che preferiscono sorvolare sulla questione per non alimentare nuove chiacchiere. Si attende, dunque, solo l’esito della riunione di oggi. Il “fenomeno” delle minacce è diventato purtroppo una consuetudine consolidata che da anni ha preso piede sul territorio santangiolese. L’incontro in cui si dovrebbe fare il punto della situazione e vagliare ipotesi di soluzioni immediate è diventato pertanto urgente ed improcrastinabile. La questione resta delicata e si attendono atti concreti per ristabilire ordine e serenità nell’ambiente. (di mari.mo)