Milly D’Abbraccio chiarisce: “Non sono lesbica, odio le etichette”

Milly D’Abbraccio chiarisce: “Non sono lesbica, odio le etichette”

11 novembre 2016

Milly D’Abbraccio, dopo l’intervista concessa ad Irpinianews (leggi qui l’articolo), torna a parlare e lo fa raccontando della sua presunta omosessualità a gay.it.

“Sono uscite delle foto sui vari rotocalchi di cronaca rosa – ha dichiarato l’ex pornodiva – che mi vedevano in compagnia di una ragazza. Flirtavamo, è vero, ma non sono lesbica! Piuttosto, mi definirei come una donna libera, curiosa, ma non lesbica. E poi sa cosa le dico? Che io, che ho fatto della libertà la mia virtù, odio le etichette. Ho avuto relazioni sentimentali con due donne: una di un anno e mezzo e poi un’altra di quattro anni. Ma quel percorso si è chiuso già da un po’, oggi sono single. Ora voglio di nuovo gli uomini. Le donne sono troppo difficili da gestire, mi creda. Sono complicate. Eroticamente sono senza dubbio più attraenti, ma il sesso forte è tutta un’altra cosa.

Milly ha inoltre criticato gli atteggiamenti delle “lesbiche italiane”:

“Devono mostrare, sempre e comunque, che è meglio essere lesbiche che etero. Vogliono far vedere che è meglio una donna, di un uomo. Ma chi l’ha detto? Non c’è nessun migliore e nessun peggiore. Ognuno deve essere quel che è, senza dover mostrare necessariamente e a tutti i costi, alla società, di essere persone migliori. C’è un complesso d’inferiorità visibile a tutti. Spesso il mondo gay, che condanna giustamente qualsiasi discriminazione, diventa eterofobo! Speriamo solo che questa legge Cirinnà plachi i loro animi.”