Mezzogiorno e Europa: D’Amelio e Bassolino all’Hotel de La Ville

16 marzo 2010

Avellino – L’uscente Presidente della Regione, Antonio Bassolino, sarà ad Avellino venerdì prossimo. Alle ore 17,30 interverrà ad un forum con la società civile, organizzato dalla candidata del Pd al Consiglio regionale, Rosetta D’Amelio. Il forum riguarderà il “Ruolo del Mezzogiorno nell’Europa dell’innovazione” e vedrà la partecipazione di amministratori locali, imprenditori, operatori e rappresentanti delle categorie e del mondo culturale irpino.

“La visita ad Avellino di Antonio Bassolino è una delle pochissime tappe del Governatore uscente in questa campagna elettorale”, ha affermato Rosetta D’Amelio. “Nella città che lo ha visto protagonista agli inizi della sua lunga vicenda politica e amministrativa, Bassolino avrà modo di chiarire il suo punto di vista sul futuro del Mezzogiorno nel contesto di un Paese, l’Italia, che ha necessità di cambiare rotta, ritornando finalmente a testa alta in Europa”. La candidata del Pd inquadra il confronto elettorale con il Pdl campano nel quadro più generale nazionale, chiarendo che “il futuro dell’intera Nazione oggi si gioca nel Mezzogiorno”. E ha proseguito: “Berlusconi cerca in Campania una stampella per il suo traballante governo, ormai preda di contraddizioni e dissidi interni alla sua maggioranza”, ha spiegato, di fronte ad una platea di imprenditori e operatori economici, riuniti ieri pomeriggio ad Avellino. “Grazie allo slancio impresso alla nostra campagna elettorale dal Centrosinistra, in Irpinia e in Campania l’elettorato oggi potrà dare la “spallata” decisiva all’esecutivo nazionale e alla maggioranza parlamentare che lo sostiene, delineando nello stesso tempo forma e sostanza di un Centrosinistra finalmente unito, dopo due anni difficilissimi, seguiti alla dissoluzione dell’Unione”. Ed ha concluso: “Per questa ragione dovremo tutti mobilitarci nei prossimi giorni per sensibilizzare la gente a recarsi alle urne e a non cedere alla rassegnazione”. Di qui il suo appello: “La inadeguatezza delle politiche del Centrodestra non potrà essere sostenuta ancora a lungo dalle famiglie e dalle imprese. Il Paese è giunto allo stremo e rischia di perdere anche l’ultimo autobus europeo, quello della ripresa. E’ nella nostra responsabilità cogliere l’occasione per queste elezioni regionali e costruire il nuovo Mezzogiorno e la nuova Italia a partire dal nostro territorio, dall’Irpinia e dalla Campania”.