Metropolitana leggera: avviata la messa in esercizio provvisoria dei filobus

Metropolitana leggera: avviata la messa in esercizio provvisoria dei filobus

17 giugno 2016

Renato Spiniello – “Un progetto avviato nei primi anni 2000 che solo grazie all’intuizione del Sindaco Paolo Foti di farlo inserire lo scorso anno, insieme al progetto della Bonatti e del Parco dell’Autostazione, nel nuovo Accordo di Programma sottoscritto con la Regione Campania, ci ha consentito di onorare economicamente la Ditta affidataria dei lavori e quindi di proseguire con il cantiere
che per troppi lunghi anni è andato avanti a singhiozzo”. Così l’Assessore ai Lavori Pubblici Costantino Preziosi ha commentato l’avvio, da qualche giorno, della messa in esercizio provvisoria dei filobus della metropolitana leggera.

“Uno step questo importantissimo e reso possibile dallo schema di convenzione tra il Comune di Avellino e il CTI-ATI nelle persone dell’Avv. Preziosi, dell’Ing. De Sio e del Dr. Colarusso – prosegue Preziosi – che con la loro competenza ci hanno offerto tutti i necessari contributi per mettere in funzione la metropolitana leggera. Nella giornata odierna anche i funzionari del Ministero dei Trasporti di Roma mi hanno contattato complimentandosi per il lavoro svolto che ha avuto una accelerata nell’ultimo anno”.

Dopo circa tredici anni ed un iter difficile e tortuoso, se pur per un tratto limitato di quattro Km che vanno dalla stazione ferroviaria a Campetto Santa Rita, rispetto agli undici previsti, l’Amministrazione comunale è riuscita finalmente a mettere in esercizio i filobus.

Espletate quindi tutte le necessarie attività cominciate con le prove di elettrificazione della rete per poi passare al rodaggio e al collaudo dei filobus dotati di generatore elettrico di bordo costituito da motore termico, tra qualche mese anche la Città di Avellino sarà dotata di un sistema di trasporto a basso impatto ambientale.

Anche il Sindaco Paolo Foti, ancora in convalescenza dopo l’intervento subito al cuore, non ha voluto mancare all’appuntamento: “Questa è la classica attività di continuità amministrativa, opera iniziata nel 2006, secondo un’intuizione dell’ottimo Sindaco Antonio Di Nunno, che poi via via ha avuto dei cambiamenti e che da oggi si avvia a conclusione. Spero che quest’opera contribuisca a rendere efficiente ed efficace il trasporto pubblico locale, ma soprattutto ecologico”.