Mercogliano, PdL:”Maggioranza si basa su apparizioni più che realtà”

6 febbraio 2013

Mercogliano – “Il web al servizio del cittadino, solo su carta però o meglio, solo su macchina! Tutto ciò accade a Mercogliano dove l’amministrazione del rag. Carullo, sempre più prodiga di trucchetti, facezie e affabulazioni varie, non poteva mancare di rivelare la sua vera essenza sul web”. A riferirlo in una nota è il gruppo consiliare del PdL di Mercogliano.
“Cosi – continua la nota – sebbene completamente impegnata a garantire un piatto a tavola in più, preoccupandosi però di asfaltare una strada in meno, questa Giunta di incorreggibili buontemponi ha escogitato l’ennesima trovata per far apparire l’Amministrazione quello che in realtà non è. Per questo, forse presi da uno spasmo di innovazione digitale, hanno apposto sulle fiancate posteriori di tulle le auto in dotazione alla polizia municipale la scritta www.polizialocalemercogliano.it.
Peccato però che il sito, la cui iscrizione ha scorazzato per oltre due anni per le strade della nostra città, non sia stato mai attivato anzi, ad onor del vero, non è stato nemmeno mai registrato, almeno fino al primo dicembre del 2012, data in cui ne siamo divenuti proprietari! Va da se che l’acquisto del dominio ha un intento per così dire dimostrativo: provvederemo ben presto a renderlo di nuovo disponibile nella speranza che questa Amministrazione si preoccupi finalmente di attivarlo e renderlo fruibile nell’interesse della collettività. Siamo certi che l’aver svelato l’ennesimo progetto di turlupinazione sistematica del cittadino spingerà assessori e consiglieri a giocare a rimpiattino sulle responsabilità di questa patacca digitale che alla fine, come uso consolidato di questa Maggioranza, verranno addossate al malcapitato dirigente di turno. Le responsabilità, al di là dei depistaggi, non possono non essere di questa Amministrazione per la quale è quantomeno configurabile una culpa in vigilando sull’utilizzo di beni che, in definitiva, appartengono all’intera comunità. Il coinvolgimento di questo maggioranza è anzi più profondo perché il suo progetto di governo, come dimostra in maniera lampante questa vicenda, è esclusivamente basato sulla forma più che sulla sostanza, sui proclami più che sulle azioni incisive, sulle “apparizioni” più che sulla realtà”, conclude.