Mercogliano – Job Center Partenio: incontro al Comune

18 marzo 2010

Si è svolto questa mattina un’incontro presso il Comune di Mercogliano, con i partner del progetto Job Center Partenio, predisposto dall’Amministrazione Comunale e candidato al Parco Progetti Regionale.
Durante l’incontro si è definito l’indirizzo strategico in materia di imprenditorialità, occupazione e welfare inclusivo che dovrà favorire l’accessibilità al lavoro da parte dei giovani Mercoglianesi e di tutti coloro a rischi di esclusione dai processi lavorativi.
La struttura ideata dal Comune di Mercogliano che sarà realizzata in Via Matteotti, adiacente al centro sociale La Città Vivibuile, sarà di sostegno alla job creation. In Italia sono pochissimi gli esempi applicati alla programmazione in ambito regionale e provinciale. Un incubatore “job creation” (inizialmente a servizio dei comuni ricompresi nel STSD2 di Avellino) può rappresentare un utile “case study” che può essere esteso a tutta la provincia, ad altre province ed unità territoriali del nostro paese dove sia necessario compiere un’accurata analisi delle potenzialità prima di avviare provvedimenti di sostegno e sviluppo dell’occupazione. La struttura che sarà realizzata risponderà a tali bisogni. Solo così potrà essere colmato il ritardo accumulato dalla politica facendo leva soprattutto sull’innovazione metodologica e dell’approccio tra gli utenti e le istituzioni, sulla formazione e sulle trasformazioni operate dalle nuove tecnologie.
All’incontro ha partecipato il candidato Sindaco alle prossime elezioni amministrative Massimiliano Carullo: “Si tratta di promuovere politiche di welfare che coinvolgano i soggetti presenti sul territorio e si indirizzino in maniera attiva verso la domanda di nuova professionalità, di nuove opportunità, di occasioni date dalla nuova rivoluzione industriale, così come proviene dal mercato nazionale o dai processi di globalizzazione che influenzano la nostra economia. Inoltre, affinché si possa uscire dalla crisi che colpisce ampi settori è necessario che la questione dell’occupazione venga posta al centro degli interventi pubblici e di concertazione tra le parti sociali”.
Sostenibilità significa anche questo: contribuire a realizzare strutture che contribuiscano al benessere e alla salute delle persone, attraverso un adeguato insieme di spazi e servizi perché, i servizi sono occasione di incontro, di attività, di coesione, ad esempio nella cultura o nello sport, e sostengono anche la comunità dal punto di vista della salute, dell’istruzione, dei servizi sociali e biblioteche.
“Punteremo sulle politiche sociali e su un nuovo regime di welfare: in particolare, le politiche per il mercato del lavoro ed i supporti per la disoccupazione strutturale (in tal senso, è stato progettato e candidato al Parco Progetti un Polo Integrato per il Welfare Inclusivo) saranno tra i nostri obiettivi primari come occasioni di investimento per i giovani. Il P.I.W.I. può contribuire a generare/realizzare la rete sociale (spesso si usa il termine inglese social network) che consiste in un qualsiasi gruppo di persone connesse tra loro da diversi legami sociali, che vanno dalla conoscenza casuale, ai rapporti di lavoro, ai vincoli familiari”.
Per l’attuazione di tali iniziative dovrà essere necessario far interagire le istituzioni del territorio per lo sviluppo dell’agricoltura sociale a livello provinciale e regionale con gli operatori al fine di attuare l’arricchimento formativo che le tematiche in oggetto consentono in uno con i processi della formazione sociale, al fine di avviare percorsi metodologici nuovi e stimolanti.