Mercogliano – Gesualdo: “Le qualità di acrobati non fanno per noi”

15 marzo 2010

Mercogliano – In merito alle polemiche riguardanti la questione urbanistica a Mercogliano, si registra oggi l’intervento dell’assessore uscente Modestino Gesualdo. Così l’esponente della Giunta Saccardo in una nota:

“Mercogliano in questi 10 anni ha cambiato totalmente il volto risolvendo un’infinità di problematiche rendendo la vita dei residenti certamente di migliore qualità. Di questo il popolo ne ha contezza e ci confermerà la fiducia. E chiaro poi che chi non vuol vedere non vedrà mai e chi non vuol sentire non sentirà mai. L’importante è che ognuno di noi in tutta coscienza, animato sempre da uno spirito di umiltà e da un profondo senso civico ha assolto in pieno ai suoi doveri di amministratore comunale. Riguardo… alla questione urbanistica è fondamentale sottolineare che la questione edilizia è regolata da un piano regolatore generale elaborato nel 1985 da amministratori che sono proprio accanto alle persone che ci accusano. Ogni edificio o casa singola realizzata fa riferimento a un regolamento edilizio vigente e che i personaggi che fiancheggiano i nostri accusatori, oggi si ergono a paladini della tutela ambientale. Nessuna persona al modo può negare un diritto se conforme a una pianificazione urbanistica vigente altrimenti si incorrerebbe in azioni risarcitorie. In tal senso il dirigente dell’area tecnica ha dimostrato di essere una persona di spiccata professionalità ed onestà. Mai è poi mai è stata rilasciata una concessione edilizia illegittima. Non esistono i 100mila metri cubi in più che probabilmente sono stati sognati o ipotizzati nel fantastico mondo immaginario. Il vice sindaco e la sua famiglia sono persone per bene e di elevata moralità che lavorano con grande onesta. I processi di urbanizzazione realizzati nel 1998, sono assolutamente estranei alla sua persona e ai suoi familiari e non appartengono a lui ed ai suoi familiari. Già nel 2005 si è cercato di strumentalizzare la cosa. Ricordo ancora con piacere che uno dei candidati contrari alla coalizione che si contrappose a Saccardo, fu invitato ed accompagnato da me a leggere la concessione edilizia a seguito della quale chiese scusa perché era stato informato male! Massimiliano Carullo è una persona umile e laboriosa che si impegna per il bene della nostra città. Egli è lontano anni luce da ogni cinismo e da ogni ipocrisia e il popolo questo lo sa bene e glielo ha ampiamente dimostrato in questi 10 anni. Carullo è l’uomo del fare e non del dire come del resto lo è ogni singolo componente della nostra squadra. Forse qualche altro Ingegnere, ora candidato a sindaco, auspicando la possibilità di attuare le varianti urbanistiche delle quali ci accusa falsamente, non potendo realizzare nuovi capannoni o ampliamenti di complessi turistici, si è risentito e ora spara a zero? Mai è poi mai ho abusato delle mie prerogative di assessore ai Lavori Pubblici, tendendo la mano al bisogno e sempre nell’interesse collettivo mettendo in ogni azione passione e amore per il nostro territorio. Con la piena consapevolezza ed in coerenza con i miei valori e la quarta volta che mi candito per contribuire a governare i processi di sviluppo della nostra cittadina e ne sono certo che come sempre gli abitanti di Mercogliano ci onoreranno a continuare in questo percorso. Il bene comune non si enuncia ma si attua e di ciò abbiamo la nostra piena convinzione. Le qualità di acrobati non appartengono certamente a noi”.