Mercogliano – Cpo, vincoli orari: la preoccupazione della Slp-Cisl

22 giugno 2005

La Slp-Cisl di Avellino esprime forte preoccupazione per la situazione in cui versa il Cpo di Mercogliano in seguito all’ordinanza del Tribunale di Avellino che ha posto rigidi vincoli orari alle operazioni di carico e scarico. “Questa decisione – si spiega in un comunicato – rischia di dare un colpo definitivo alle speranza di tenere ad Avellino il Cpo, in quanto va ad aggravare uno stato di forte disagio causato dalla riduzione del 50 per cento della lavorazione sulla corrispondenza ordinaria. Parallelamente il Cpo ha acquisito nuovi servizi coma la gestione di circa 800 conti credito di Comuni, Comunità montane, scuole, tribunali e Carabinieri e la compilazione e notifica di atti giudiziari per conto dei Tribunali di Napoli e Avellino. Appare chiaro, quindi, che le limitazioni imposte suonano come una premessa allo smantellamento del Centro. Per scongiurare tale ipotesi ed anche per tutelare i livelli occupazionali e la sicurezza dei lavoratori e degli utenti, la Slp-Cisl irpina ha chiesto al Prefetto di Avellino un incontro, fissato per la prossima settimana, diretto ad affrontare la situazione. La mobilitazione del sindacato, insieme alle sollecitazioni delle istituzioni, intende favorire un impegno concreto anche da parte delle forse politiche su un tema che attiene alla qualità dei servizi offerti ai cittadini e alla difesa dei lavoratori impegnati in un settore importante come quello della comunicazione”.