Mercato, Musa attende il budget di De Cesare. Big: quante richieste

Mercato, Musa attende il budget di De Cesare. Big: quante richieste

19 giugno 2019

di Claudio De Vito – Ad Avellino impazza il toto incontro per capire quando si terranno i colloqui decisivi per le conferme di Carlo Musa e Giovanni Bucaro. In giornata o domani chissà, visto che la situazione di incertezza si protrae da parecchi giorni. Non resta che attendere ma non si andrà oltre questa settimana.

Sul fronte tecnico si registra uno stallo che inevitabilmente si ripercuote sul mercato. Sono i tempi tecnici Sidigas aggravati in questa fase dal complesso iter per l’iscrizione che gli uffici di Napoli stanno ultimando in vista della fatidica data del 24 giugno.

Carlo Musa aspetta una chiamata da Gianandrea De Cesare per far decollare tutta la programmazione tecnica. Il patron ha fornito garanzie informali di permanenza in biancoverde al giovane direttore sportivo, il quale però senza conoscere budget e obiettivi della proprietà non può operare sul mercato. I sondaggi effettuati da Musa sono già tanti, senza contare che il futuro di alcuni calciatori già in rosa è legato proprio al figura del diesse di Torrimpietra.

Che intanto si trova ad Avellino perché da un momento all’altro potrebbe squillare il telefono per la convocazione alla corte dell’ingegnere. Il numero uno di Sidigas, dal canto suo, gli chiederà di non smantellare il gruppo della cavalcata verso la C al quale si è affezionato strada facendo. Impresa ardua perché il suo interlocutore incaricato di costruire l’organico gli ribadirà che “il calcio non si fa con i sentimenti”.

Ci vorrà il cuore sì, ma anche la testa. E allora la razionalità porterà a parecchi addii. Intanto si registrano numerose richieste per gli artefici del doublete promozione-tricolore. Savoia, Torres e Monterosi hanno bussato alla porta dello specialista Matteo Dionisi. I bianchi di Torre Annunziata sono piombati – insieme a San Tommaso e Turris – anche su Franco Da Dalt che però dovrebbe chiudere con il Taranto.

Lascerà anche Ferdinando Sforzini che Avellino ha riabilitato dopo un lungo stop. Monterosi e Sorrento lo corteggiano ma lui vorrebbe strappare un contratto in C o al massimo in un club intenzionato a vincere in Serie D. La Torres è anche su Alessio Rizzo che in Irpinia è stato davvero sfortunato. L’alto oggetto misterioso Vincenzo Pepe è entrato nel mirino della Fidelis Andria.

Sirene a due passi da casa per Niccolò Dondoni: c’è lo Spoleto per lui. Tanto mercato in Lega Nazionale Dilettanti anche per Fabiano Parisi e Simone Betti. Il primo però è blindato in biancoverde e non partirà. Per il secondo invece bisognerà parlare con il Foggia proprietario del cartellino. Capitolo portieri. Aniello Viscovo rientrerà al Crotone. Ettore Lagomarsini vuole invece conoscere se ci sarà o meno spazio per lui nell’Avellino 2019/2020. L’estremo difensore carrarese è in bilico perché nei piani di Musa e Bucaro ci sarebbe l’acquisto di un altro elemento esperto titolare e di un giovane come sua alternativa.