Mercato, cambio di strategia: Avellino a caccia di un esterno offensivo

Mercato, cambio di strategia: Avellino a caccia di un esterno offensivo

31 gennaio 2018

Claudio De Vito – L’Avellino è costretto a cambiare strategia all’ultimo tornante del calciomercato invernale. L’infortunio di Soufiane Bidaoui (fermo un mese per la frattura del mignolo del piede destro) e le non perfette condizioni del neo arrivato Bryan Cabezas (non sarà pronto prima di un paio di settimane per i postumi di un guaio muscolare) hanno spinto Walter Novellino a mutare i piani del ds Vincenzo De Vito in quel di Milano.

La priorità adesso è un esterno offensivo in grado di giocare a sinistra ma all’occorrenza anche a destra e l’Avellino lo ha individuato in Armando Vajushi della Pro Vercelli. L’albanese non è stato convocato sabato scorso per la sfida con l’Ascoli per via di un rapporto complicato con Gianluca Grassadonia, il quale però non vorrebbe privarsi del calciatore per ripristinare il 4-3-3 precedente all’interregno di Gianluca Atzori.

L’Avellino dunque sta facendo leva sulla volontà di cambiare aria dell’ex Livorno. Per arrivarci, il club biancoverde ha proposto alla Pro Vercelli (rifiutata da Federico Moretti ieri) uno scambio tra scontenti con Fabrizio Paghera, per il quale si è improvvisamente congelata la pista bresciana che conduce direttamente a casa. Operazione imbastita, si tratterà ad oltranza con Orji Okwonkwo a questo punto più defilato. L’Avellino non prenderà sia il nigeriano che un esterno offensivo.