Mercato, l’Avellino non corre. Mauriello: “Valutiamo bene chi prendere”

Mercato, l’Avellino non corre. Mauriello: “Valutiamo bene chi prendere”

5 novembre 2018

di Claudio De Vito – Non c’è soltanto la grana stadio come fronte operativo aperto per la Calcio Avellino che continua a valutare interventi sul mercato degli svincolati e in ottica dicembre. E’ fatta da una settimana per il centrocampista Alessandro Di Paolantonio, per il quale però non è dato sapere i tempi di approdo alla corte di Archimede Graziani che aspetta anche un difensore centrale (Filippo Capitanio l’idea cardine del direttore sportivo Musa).

“Arriveranno presto ma dovranno essere degni di indossare questa maglia” ha spiegato il presidente Claudio Mauriello sugli svincolati che il club sta sondando per rinforzare una squadra lontana quattro lunghezze dalla vetta. “Devono migliorarci e noi non dobbiamo avere l’ansia di prenderli – ha chiarito – come società siamo pronti a soddisfare le richieste dell’allenatore, la valutazione sarà approfondita da parte nostra”.

Soprattutto quella sugli under, vera debolezza dell’organico di Graziani, che arriveranno in prestito da club professionistici e quindi durante la finestra invernale di gennaio (a dicembre è possibile effettuare operazioni soltanto tra società dilettantistiche). L’asse giusto potrebbe surriscaldarsi con il Benevento che ha già spedito ad Avellino Fabiano Parisi, acquistato a titolo definitivo in sede di costruzione della rosa. Dal Sannio dovrebbero arrivare altri Primavera.

Intanto però si fa i conti con ciò che la casa offre e con un pareggio che ai più ha fatto storcere il naso. “Sono tifoso prima che presidente e vorrei vincere sempre, anche nelle amichevoli – ha detto Claudio Mauriello – dopo due trasferte con sette reti al passivo però un pari senza subire gol non mi pare un risultato aberrante”.