Mentre all’Alto Calore si ‘discute’, Cervinara è senz’acqua

26 luglio 2008

Cervinara – A mitigare i disagi sta contribuendo la non eccessiva calura di questi giorni, ma il problema della carenza idrica in alcune zone di Cervinara resta ancora un problema insoluto. Dall’Alto Calore Servizi, dopo le promesse di intervento di qualche mese fa, non si è mosso nulla. I cittadini delle Frazioni Ferrari, Ioffredo e Castello, che ormai da anni vivono questo disservizio, non solo di estate, ma in quasi tutti i fine settimana, non sanno più a che santi votarsi. Dai residenti appelli anche all’amministrazione comunale, soprattutto dopo la ferma posizione assunta dal sindaco Cioffi sulla vicenda del rinnovo del consiglio di amministrazione dell’Alto Calore Servizi. Bocche cucite anche sulla messa in funzione del nuovo serbatoio di via San Rocco, opera costruita proprio per risolvere il problema, pronta da tempo ma che ancora non entra in esercizio. Insomma, i cittadini di Cervinara rivendicano il diritto a vedere scorrere l’acqua dai rubinetti… ma dall’Alto Calore ancora silenzio. Risposte disattese anche sulle condizioni della condotta che dalle sorgenti del Fizzo porta l’acqua all’attuale serbatoio nella zona di Piazza Ioffredo che, secondo voci bene informate, sarebbe stata addirittura interrotta nella zona a ridosso della Statale Appia, aumentando di conseguenza i disagi per i cittadini.