Mensa, Mancusi: “Siamo a buon punto, l’utenza saprà aspettare qualche giorno”

Mensa, Mancusi: “Siamo a buon punto, l’utenza saprà aspettare qualche giorno”

28 novembre 2018

Marco Imbimbo – Giornata di confronti al Comune tra l’amministrazione uscente e la gestione commissariale. Questa mattina Silvana D’Agostino, vice del commissario Giuseppe Priolo, ha ricevuto le consegne dall’ex assessore all’Istruzione e alla Cultura, Michela Mancusi. Si è parlato del Natale, con il Poc Teatro, ma anche delle problematiche del servizio scuolabus.

Ovviamente le attenzioni erano rivolte principalmente alla mensa scolastica. Domani infatti è il termine ultimo inserito nella recente diffida inviata dal Comune alla ditta, ma sono arrivate novità positive. «Sono venuta a Palazzo di Città anche per sincerarmi che tutta la documentazione che avevamo richiesto nell’ultima diffida, fosse pervenuta entro la data – spiega Mancusi. Se ciò non fosse accaduto, avrebbe indotto il dirigente a ulteriori determinazione e anche eventualmente a far slittare la graduatoria. La documentazione, invece, è pervenuta».

Da un punto di vista burocratico, quindi, le carte sono in ordine, è proprio il caso di dirlo. Mentre per l’avvio del servizio, la Mancusi non si sbilancia. «Non posso ufficializzare la data perché ancora non c’è. So che la ditta parla del 3 dicembre, ma al Comune non è stato comunicato niente, anche se lei si è detta è detta pronta alla partenza, l’importante è che sia pervenuta la documentazione».

Anche il problema dell’allestimento dei refettori sarebbe stato superato. «Si sta risolvendo anche questo, ma devo dire che la ditta avrebbe potuto farlo anche prima – sottolinea Mancusi. Aspettare qualche giorno, però, gioverà all’utenza che vuole che il servizio parta. Sono sicuro che avrà la pazienza di attendere ancora».

Durante l’incontro si è fatto accenno anche al Poc Teatro e a quella variazione di bilancio che dovrà approvare il commissario per dare il via libera agli eventi di Natale organizzati dall’ex assessore Mancusi. «La mia premura era che il Poc Teatro potesse viaggiare senza difficoltà perché l’11 dicembre si parte con lo spettacolo al Gesualdo “In nome della madre” di Erri De Luca, quindi volevo sincerarmi che, il Rup in questione, potesse trasferire correttamente tutte le indicazioni al commissario – spiega Mancusi. Non ci sono difficoltà perchè il programma verrà rispettato, sia quello articolato nelle periferie dal titolo “Pensieri periferici”, e sia quello al teatro con le tre date che abbiamo deciso di impegnare. Si comincia con “In nome della madre” l’11 dicembre, poi ci sarà uno spettacolo messo in scena dal consorzio teatri irpini, mentre una terza data sarà dedicata al teatro per ragazzi».

All’attenzione del vice commissario D’Agostino è stata portata anche la questione relativa agli scuolabus. «Il servizio è rimasto con soli due  dipendenti a disposizione, ma sono troppo pochi e non riescono a soddisfare le richieste delle scuole per portare i bambini in gita, quindi i due dipendenti sono costretti a dover rifiutare le richieste che arrivano. Credo sia necessario almeno recuperare un’unità lavorativa».