Meno morti in strada in Campania nel 2017: il bilancio della Polizia Stradale

Meno morti in strada in Campania nel 2017: il bilancio della Polizia Stradale

6 gennaio 2018

Meno vittime sulle strade campane ma aumento delle violazioni registrate dai Tutor. E’ tempo di bilancio anche per la Polizia stradale che sviscera i numeri dell’attività portata a termine nel 2017.

Ben 41237 pattuglie di vigilanza stradale hanno accertato 118627 infrazioni al codice della strada di cui 619 per guida in stato d’ebbrezza e sotto effetto di droghe, 13920 per accesso di velocità, 4750 per uso del telefonino e circa 10000 per le cinture di sicurezza non allacciate. Più di 3000 le patenti ritirate.

MENO VITTIME – Nel 2017 gli incidenti rilevati dalla Polizia Stradale sono stati 3282, 69 con esito mortale che hanno causato 72 decessi. Più di 2000 le persone ferite a seguito di sinistri, 1928 gli incidenti con conducenti e passeggeri illesi.

CONTROLLI CON TUTOR E VERGILIUS – Sono stati effettuati 721 servizi con sistemi di controllo della velocità. Unitamente agli ottimi risultati conseguiti dal sistema Tutor, che è articolato su 4 siti di circa 179 km di tratta autostradale in concessione (A/1, A/3, A/16, A/30), ha concorso al raggiungimento di detti risultati il sistema Vergilius presente sull’Autostrada A/2 del Mediterraneo e sulle strade SS 7 IV Var.

GUIDA SOTTO EFFETTO DI ALCOL e DROGHE – I conducenti controllati con etilometri, alcol test e drug test, sono stati più di 97mila. I veicoli sequestrati ai fini della confisca sono stati 31 di cui 26 per guida in stato di ebbrezza e 5 per guida sotto effetto di droghe.