Massimo Oddo: “Forza papà, puoi battere il Napoli”

18 giugno 2005

Come il migliore dei figli, sarà al fianco del padre nel giorno più lungo. Pronto a sostenerlo per la battaglia più difficile. Pronto a non abbandonarlo nei 90′ più duri. Massimo Oddo ci sarà. Il terzino destro della Lazio e della Nazionale, sarà sugli spalti del Partenio a tifare Avellino: “Di sicuro sto vivendo questa vigilia più tranquillamente di mio padre, ma anche per me la tensione è altissima. A Napoli ho vissuto un anno bellissimo, ma allo stadio tiferò per mio padre e quindi per l’Avellino, come è giusto che sia”.
Credi che il pareggio del San Paolo abbia spianato ai lupi la strada per la B, o ritieni che sia ancora tutto in bilico?
“Credo che sia una partita ancora apertissima. Una sfida ad alto rischio, ma quella biancoverde è una squadra forte ed esperta che sa come portare a casa il risultato”.
I lupi secondo te cosa dovranno temere del Napoli?
“Nulla. L’Avellino, dovrà temere soltanto se stesso. Non deve assolutamente scendere in campo con la consapevolezza di poter giocare per due risultati su tre, ma come se fosse una gara secca”.
Quindi per te l’Avellino dovrà puntare esclusivamente alla vittoria?
“Si. Il pareggio nella mente dei giocatori non deve esistere. Se i ragazzi giocheranno come sanno, faranno loro la partita”.
Credi che il pubblico del Partenio possa risultare fondamentale per l’obiettivo finale?
“Il pubblico di Avellino come sempre farà la sua parte. Però ci saranno anche tantissimi napoletani e questo non è un aspetto da sottovalutare”.
Sarebbe una bella soddisfazione per tuo padre riuscire a centrare la promozione, visto che negli ultimi anni è stato piuttosto sfortunato: “Sicuramente. Negli ultimi anni è sempre stato chiamato a dover risolvere situazioni difficili, arrivando sempre vicino al miracolo. Quest’anno ha deciso di rimettersi in discussione in una categoria non sua”. Una scelta di cuore la sua: “Sì. Ad Avellino è stato bene. Gli è bastato un anno per capire il calore di questa gente e per affezionarsi al pubblico irpino”.
Un tuo pronostico?
“Non voglio farne. Posso solo dire che l’Avellino ha qualcosa in più e quindi tutte le carte in regola per spuntarla”.(di Sabino Giannattasio)