Mas Fest 2013, tutte le informazioni sulla 9ª edizione

5 giugno 2013

Parlare del Mas Fest – il festival avellinese giunto alla nona edizione – è un po’ come parlare di una di quelle tradizioni che entrano nel cuore della gente. Per fortuna, ma soprattutto grazie alla caparbietà dell’Associazione Koinè Art Lab, nonostante le difficoltà che mettono a dura prova qualsiasi rassegna musicale del nostro Paese, anche quest’anno il Mas Fest si farà.

Venerdì 28 Giugno – questa la data scelta per il festival – si prospetta una giornata di ottima musica e ricca di iniziative per gli avellinesi e le molte persone provenienti dall’intera Campania che come al solito affolleranno Parco Santo Spirito.

Già, perché una delle novità di quest’anno riguarda proprio la location. La rassegna abbandona il Parco della Pace per trasferirsi a Parco Santo Spirito, un luogo particolarmente significativo per la storia del Mas Fest. Nove anni fa, quando ospitò la prima edizione del festival, nel tentativo di ripulirlo furono ritrovate grandi quantità di vernici, solventi ed altri rifiuti chimici. Immensa la gioia dell’Associaizone Koinè Art Lab, felice per essere tornata in un luogo che – per quanto la sua giovane storia sia già molto controversa – allora era una discarica e oggi è un Parco Urbano a disposizione di tutti. “È necessario che le persone capiscano l’importanza del verde pubblico e imparino a rispettare il Parco” dice Paolo Pilone, Presidente di Koinè Art Lab, che aggiunge: “Per questo, in concomitanza con il Mas Fest, lanceremo una campagna di comunicazione innovativa, com’è nello stile della nostra Associazione”.

Dalle 20:00 sul palco del Mas Fest si esibiranno band provenienti da ogni parte di Italia. Toccherà agli avellinesi An Evening of Lighter Green Improvement, un nome complicato dietro il quale si celano i migliori musicisti della città.

A seguire, sarà la volta dei C+C=Maxigross. Nel loro ultimo lavoro, “Ruvain”, c’è tanto folk americano, è vero, ma c’è anche l’attaccamento e l’influenza delle loro radici tutte italiane. Non è certo l’Italia della crisi quella della band veneta, quanto piuttosto un “belpaese” fuori dal tempo che non ha paura e a cui basta una canzone ben scritta per sentirsi sollevati e felici.

Gli amanti dell’hip hop non potranno perdersi l’esibizione dei Moda Loda Broda. Il progetto siculo-campano di Boom Buzz e Ramtzu – supportato dai freestyle di alcuni membri del collettivo Fat Groove, è basato su un rap provocatorio e politicamente scorretto, influenzato dalle multiple anomalie che caratterizzano i nostri tempi.

L’onore di chiudere la serata spetterà ai Dumbo Gets Mad. Ascoltando il loro ultimo disco “Quantum Leap“ si può ascoltare il soul fondersi con la psichedelia, il funk con la space music, il tutto con una serie di linee vocali che non dimenticano l’amore per il pop e la passione per le chanson d’oltralpe.

Anche quest’estate, insomma, ad Avellino non mancherà la buona musica, rigorosamente ad ingresso gratuito. Per poter accedere all’area concerti, impreziosita dagli allestimenti di Danilo Bubani, Marco Cucciniello, Andrea Maioli e da una delle diavolerie tecnologiche di Roll Studio, è obbligatorio essere in possesso della tessera dell’Associazione Koinè Art Lab, rilasciata gratuitamente a tutti coloro i quali compilano il modulo presente all’indirizzo http://tinyurl.com/tessera-masfest. Sarà possibile richiedere la tessera anche la sera del concerto, dietro il versamento di 1 euro di sottoscrizione. L’appuntamento, dunque, è per Venerdì 28 Giugno al Parco Santo Spirito di Avellino.