Marco Pugliese: “Adesso dobbiamo restare tutti uniti”

5 giugno 2005

Non sta più nella pelle il presidente dei lupi Marco Pugliese. Il numero uno del sodalizio irpino è carico, gasato per il raggiungimento della tanto agognata meta: “Finalmente siamo arrivati alla finale con il Napoli. Non è stato facile riuscirci perché la Reggiana è una signora squadra. Abbiamo già affrontato gli azzurri in campionato dimostrando di essere superiori. Partiamo con un piccolo vantaggio giocare la prima al San Paolo e quella di ritorno allo stadio Partenio, dinanzi a questo pubblico splendito, caloroso, invidiatissimo da tanti in Italia, che ci è sempre stato vicino anche nei momenti più difficili. Avevamo cominciato bene questa partita. Purtroppo, dopo abbiamo avuto un periodo di sbandamento e siamo andati sotto di un goal, ma i ragazzi hanno saputo reagire alla grande riuscendo a riportare il risultato in parità. Abbiamo sofferto tantissimo, ma alla fine siamo riusciti ad ottenere una vittoria strameritata. Un grazie di cuore va a tutta la squadra, all’allenatore allo staff tecnico e quant’altri. Adesso inizieranno per noi quindici giorni di sana umiltà. Ci giochiamo la serie B, contro una squadra di tutto rispetto che è il Napoli Soccer. Adesso invito tutti all’unità. Comincerà da domani una battaglia mediatica non indifferente. Per questo ho detto hai ragazzi di farsi scivolare tutto addosso. Non cadremo nei loro trabocchetti”. Il patron biancoverde conclude: “Vogliamo la B, e sul campo dimostreremo per l’ennesima volta di meritarla”.