Marciani: “Sulla formazione passi in avanti importanti”. D’Amelio: “L’Irpinia ha bisogno di un turismo di qualità”

Marciani: “Sulla formazione passi in avanti importanti”. D’Amelio: “L’Irpinia ha bisogno di un turismo di qualità”

18 febbraio 2019

Marco Grasso – “La Regione sta lavorando per un turismo di qualità, ed è quello di cui ha bisogno la nostra Irpinia. Sarebbe un errore programmare interventi che non salvaguardino il nostro patrimonio naturalistico, occorrono misure mirate che creino nuove opportunità di lavoro”.

All’istituto Agrario per la presentazione del bando di corso per la seconda annualità per l’ammissione al Corso di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS) “Tecnico per la promozione di prodotti e servizi turistici con attenzione alle risorse, opportunità ed eventi del territorio”, la presidente del consiglio regionale Rosetta D’Amelio evita di polemizzare a distanza con il presidente della Provincia Biancardi che, in un passaggio del suo precedente intervento, aveva rimarcato la distanza di Palazzo Santa Lucia dalle aree interne.

“Il discorso è complesso e richiede il contributo di tutti. La Regione sta facendo la sua parte, del resto l’assessore Matera è di Vallo della Lucania: perché – sorride – non dovrebbe avere a cuore le aree interne?. Credo che anche la nostra attenzione al recupero della storica ferrovia Lioni-Rocchetta sia un importante segnale di attenzione le realtà territoriali interne”.

Al confronto, aperto dal dirigente scolastico Pietro Caterini, erano presenti anche l’assessore alla Formazione e alle Pari Opportunità Chiara Marciani e il presidente dell’Ente di Formazione As.For.In Lorenzo Corona e tutte le Istituzioni e i Partner aderenti al progetto.
“Stiamo mettendo in campo un’offerta formativa in linea con le peculiarità dei vari territori. I corsi sul turismo che si organizzano ad Avellino – precisa l’assessore Marciani – sono diversi da quelli che interessano la provincia di Salerno, credo sia un aspetto di non poco conto. Così come la decisione di predisporre dei bandi triennali ha contribuito a velocizzare iter e procedure burocratici”.
L’assessore invita istituzioni e enti a guardare alle varie misure messe in campo dalla Regione come un’occasione di condivisione. “A breve saranno pronti i nuovi bandi su apprendistato e imprenditoria femminile e non è da escludere che, come del resto già avvenuto in passato, chi partecipa a questi corsi di formazione possa partorire un’idea imprenditoriale finanziabile con altre misure”.