Manocalzati – Evacuata la Gvs: i lavoratori trasferiti allo stabilimento di Bologna ed è polemica tra Ciampi e Tirone

by 11 marzo 2005

La Gvs di Manocalzati si trasferisce. La decisione è l’epilogo del sopralluogo che i tecnici comunali hanno effettuato ieri mattina. I danni provocati dallo smottamento franoso, di circa 600 metri, a ridosso dello stabilimento specializzato nella produzione di meccanica farmaceutica sono ingenti e la non chiusura della Gvs avrebbe messo a serio rischio la pubblica e privata incolumità. Purtroppo si prospettano nuovi cedimenti e per assicurare il mantenimento del livello occupazionale, la sede centrale della Gvs di Bologna è “venuta incontro” alle maestranze irpine: per sei mesi i lavoratori saranno in forza nello stabilimento bolognese. Una decisione che è stata accolta da un lato positivamente dagli stessi lavoratori ma dall’altro negativamente in quanto il trasferimento comporterà l’allontanamento dai nuclei familiari e dal proprio paese. Intanto, ieri mattina, proprio i cinquanta lavoratori hanno incontrato il Prefetto Costantino Ippolito al fine di portarlo a conoscenza della loro situazione lavorativa ma, soprattutto, per avere l’assicurazione che il “caso Gvs” non cadi nel dimenticatoio ovvero che i lavori di messa in sicurezza siano avviati nell’immediato e conclusi in termini brevi. Al “disastro ambientale” di Manocalzati, dove ricordiamo il Sindaco Vittorio Ciampi l’altro ieri ha emesso ordinanza di evacuazione per due famiglie residenti nell’area Pip del paese, si affiancano i dissesti idrogeologici che continuano ad interessare l’Irpinia: ieri mattina un movimento franoso ha interessato Via Pennini ad Avellino con il rischio che un’abitazione possa essere, da un momento all’altro, inghiottita dalla terra; ad Aiello del Sabato sono franati trenta metri circa della strada provinciale 64 che collega al capoluogo: una situazione preoccupante che va ad aggiungersi alle già nove famiglie che, per precauzione, sono state evacuate ed ai movimenti franosi che hanno interessato il campo sportivo e la scuola elementare. Da registrare sul fronte dell’amministrazione comunale, l’ennesima polemica tra il sindaco Vittorio Ciampi e l’ex primo cittadino Pasquale Tirone sui lavori di messa in sicurezza della zona soggetta al movimento franoso.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.