Mancino: “Nessun duello con De Mita. Ha ridotto l’UdC a una cifra”

6 giugno 2013

Avellino – “Non c’è duello con De Mita”. Titola così una dura nota a firma del già presidente del Senato e ex numero due del Csm Nicola Mancino che interviene così in campagna elettorale a due giorni dal ballottaggio che deciderà chi tra Foti e Preziosi sarà il nuovo sindaco di Avellino.
Nella missiva, Mancino chiarisce la sua posizione rispetto alla campagna elettorale del candidato sindaco del centrosinistra Foti, replicando così alle critiche mosse dal leader dell’UdC Ciriaco De Mita.

Di seguito la nota integrale:

“L’on. De Mita è abituato a scegliersi di volta in volta un nemico e a offenderlo a freddo.
In questa mia breve parentesi elettorale avellinese di lui non ho proprio parlato, anche perché né lui né io siamo candidati alle comunali della città capoluogo.
Per quanto mi riguarda, ho facoltà di appoggiare il candidato Foti, persona degna di stima, colta e perbene?
O, per non avere censure sul mio inesistente pensiero, ho sbagliato a non chiedergli il permesso?
De Mita, senza esserne richiesto, esalti pure le Sue qualità intellettuali, ma ammetta anche di avere contribuito a ridurre il proprio partito a una percentuale, a una cifra, nonostante lo sconfinato potere personale esercitato negli Enti provinciali”.