Malzoni, determina Comune sospende attività ma Foti non ne sa nulla

5 giugno 2014

Nuova ordinanza di sospensione delle attività sanitarie per la clinica Malzoni, “Villa dei Platani”.
La decisione ancora una volta arriva dal Comune di Avellino, in quanto il dirigente di settore ha licenziato una determina di cessione degli esercizi sanitari da parte della Casa di Cura. La notifica risale al 30 maggio, ma il primo cittadino Paolo Foti non era al corrente di nulla. Da qui il suo disappunto: “Ho appreso oggi – e in via informale – del provvedimento dirigenziale del 30 maggio con il quale è stata disposta la sospensione dell’attività della Clinica Malzoni. Senza entrare nel merito della misura che rientra nell’ambito dell’autonomia gestionale in capo al dirigente, esprimo sorpresa e disappunto per non essere stato preventivamente informato – in qualità di Sindaco nonché di autorità sanitaria locale – del provvedimento in questione, adottato senza neppure l’apertura del procedimento ex L. 241/90”.
Venuti a conoscenza del caso, anche i sindacati chiedono un incontro ad horas con i rappresentanti legali dell’ASL di Avellino, con il Comune di Avellino, i vertici del Gruppo Malzoni nonché con i dirigenti firmatari dei recenti provvedimenti che hanno generato la sospensione delle attività. Intanto è stato proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori.