Malattie trombotiche e terapie: al via il corso di formazione

17 marzo 2010

Avellino – Prenderà il via domani alle ore 14:00 la tre giorni dedicata alla Terapia anticoagulante, organizzata da Antonio Ciampa, responsabile del Centro Emostasi dell’Unità Operativa di Analisi Chimico – Cliniche dell’Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”. Il corso si prefigge di istruire il personale medico afferente ai centri che hanno chiesto l’adesione alla Fcsa – Federazione Centri per la diagnosi della trombosi e la Sorveglianza delle terapie Antitrombotiche, nonché l’aggiornamento del personale dei centri già associati, su tutte le tematiche, cliniche e di laboratorio, inerenti a un corretto e ottimale monitoraggio dei pazienti. “Le patologie trombotiche, arteriose e venose – spiega Ciampa – rappresentano la prima causa di morte nei paesi occidentali. A buona ragione, perciò, per le malattie trombotiche ha senso parlare di trasversalità e di prevenzione. Quest’ultima la si può raggiungere non solo informando l’opinione pubblica su quali sono le abitudini di vita che possono aumentare il rischio trombotico, ma anche eseguendo, in maniera mirata, indagini di laboratorio a parenti di pazienti trombotici”. Il corso affronterà la problematica a 360 gradi, con un focus sulla terapia anticoagulante orale (Tao), che è una terapia salvavita, in quanto ha lo scopo di deprimere, in modo controllato e reversibile, la coagulabilità del sangue per ottenere la massima protezione possibile dagli incidenti tromboembolici con il minimo rischio di emorragie. Per ottimizzare l’efficacia e la sicurezza degli anticoagulanti orali occorre che i pazienti siano periodicamente controllati, sia dal punto di vista laboratoristico che clinico. All’Azienda Ospedaliera “Moscati” di Avellino è attivo dal 1994 un Centro per il monitoraggio della terapia Anticoagulante associato alla Fcsa che aderisce agli standard di prodotto e al Controllo di Qualità della Fcsa, garantendo il monitoraggio della terapia anticoagulante attraverso un Ambulatorio che registra l’accesso di poco meno di 2mila pazienti all’anno.
Il Corso di Formazione Nazionale per gli addetti al monitoraggio della terapia anticoagulante orale si svolgerà presso l’Hotel de la Ville e vedrà, tra i relatori, le massime autorità scientifiche in materia, tra cui Cesare Manotti, Presidente della Fcsa, Gualtiero Palareti, Presidente Nazionale della Siset (Società Italiana per lo Studio Emostasi e Trombosi), Anna Falanga, Direttore dell’Unità Operativa di Immunoematologia dell’ospedale di Bergamo.