Maiori – Ruba un marsupio sulla spiaggia, in manette 31enne di Avella

9 settembre 2005

Maiori – I Carabinieri della Costiera Amalfitana lo tenevano d’occhio già da un po’ di tempo in quanto si aggirava con fare sospetto tra i lidi di Maiori ed ora è finito nei guai: protagonista N.G., queste le iniziali di un 31enne di Avella, che si trova recluso nella Casa Circondariale di Salerno con l’accusa di furto. N.G. Aveva preso di mira un marsupio che era su un telo da mare. Un marsupio imbottito che ha fatto gola al 31enne tant’è che, con tanta pazienta, ha atteso che la legittima proprietaria, una turista del Nord Italia, si allontanasse per entrare in azione. E mentre la bagnante godeva della frescura del mare, N.G. Ha fulmineamente asportato il marsupio e si è dato alla fuga pensando di non essere notato da nessuno. Ed invece ad “osservarlo” vi erano proprio gli uomini della Benemerita che, per tutta l’estate, sono stati impegnati dell’attività di polizia denominata “Estate Sicura”. I militari, dopo aver assistito alla scena del furto, si sono dati immediatamente all’inseguimento dell’irpino tra ombrelloni e sedie a sdraio ma soprattutto sotto gli occhi dei bagnanti. Dopo poco i Carabinieri sono riusciti a bloccare N.G.. A seguito di perquisizione, hanno rinvenuto il marsupio che conteneva un telefono cellulare, oltre cento euro e documenti di riconoscimento della legittima proprietaria. Di qui sono scattate le manette con l’accusa di furto e dopo l’espletamento delle procedure di rito per il 31enne di Avella si sono aperte le porte del Carcere salernitano. Il marsupio è stato restituito alla proprietaria.