Mafia Capitale ad Avellino, sequestrati 7 centri di accoglienza dai Nas

Mafia Capitale ad Avellino, sequestrati 7 centri di accoglienza dai Nas

13 febbraio 2016

Sette centri di accoglienza per immigrati nell’Avellinese sono stati messi sotto sequestro dai Carabinieri dei Nas per pessime condizioni igieniche, qualità del cibo e stato di conservazione degli edifici.

Altre tre strutture sono state chiuse su disposizione della Prefettura di Avellino. L’inchiesta sui centri era stata avviata dalla Procura in seguito ad alcuni esposti della Cgil. Indagati vari responsabili delle coop che gestiscono i servizi.

L’ordinanza, emessa dal gip, dispone il differimento dei tempi dello sgombero dei centri in attesa di individuare una soluzione adeguata per sistemare gli immigrati al momento ospitati nelle strutture. Fra gli indagati ci sono anche alcuni fornitori di beni e servizi per la gestione dei centri.

Secondo fonti vicine all’inchiesta, anche una società già coinvolta in Mafia Capitale sarebbe tra quelle finite nel mirino della Procura per presunte irregolarità nella gestione dei centri di accoglienza per immigrati.