Mafia, blitz contro la “Nuova Cupola”: sette fermi a Palermo

Mafia, blitz contro la “Nuova Cupola”: sette fermi a Palermo

22 gennaio 2019

Nuovo duro colpo alla Mafia quello messo a segno dalla dda di Palermo tra stanotte e le prime luci di stamattina, 22 gennaio. Grazie alle confessioni dei due pentiti Francesco Colletti e Filippo Bisconti, ex componenti della “nuova Cupola” mafiosa arrestato a dicembre, che hanno fatto i nomi di boss complici.

E così questa mattina, intorno alle 4 la procura di Palermo diretta da Francesco Lo Voi ha fatto scattare un provvedimento di fermo: in carcere sono finiti sette mafiosi dell’ultima generazione. I carabinieri del Reparto Operativo hanno arrestato il nipote di Michele Greco – il “Papa” della mafia – Leandro, figlio di Giuseppe: a 28 anni è già il reggente del mandamento di Ciaculli. Come lo era il nonno. E come il nonno si faceva chiamare: Michele; e Calogero Lo Piccolo, figlio del boss ergastolano Salvatore Lo Piccolo.ù

I due avevano stretto una grande alleanza per provare a rilanciare Cosa nostra, con la benedizione dell’anziano della Cupola, Settimo Mineo, arrestato all’inizio di dicembre.

Tra i fermati, il blasonato “affiliato di spicco” Giovanni Sirchia e quattro fedelissimi di Lo Piccolo: Giuseppe Serio, Erasmo Lo Bello, Pietro Lo Sicco e Carmelo Cacocciola.