Lupi: ultimi 90’ prima della rifondazione: per la mediana Shala

18 dicembre 2005

L’importante non ‘prenderle’: era questo l’obiettivo dei lupi alla vigilia della doppia sfida salvezza contro Vicenza e Ternana. Un primo passo è stato compiuto: la truppa di Colomba è riuscita ad uscire dal Menti con un punto. Un pareggio importante, che oltre per il morale, serve alla classifica. I lupi in questo modo rimangono a cinque punti dalla zona salvezza. Quintultima piazza occupata proprio dagli umbri che, domani sera, saranno impegnati allo stadio Partenio. Una gara fondamentale, se si pensa che la truppa irpina, con un’eventuale vittoria si porterebbe a due punti dai rossoverdi di Brini. Possibile, che il tecnico di Grosseto decida di affidarsi al turnover, cambiando quindi, qualche pedina nel proprio scacchiere. Possibile qualche avvicendamento in mediana e in attacco, dove Ametrano e Rastelli, potrebbero rilevare rispettivamente Fusco e Biancolino. Dovrebbero essere queste le due novità in vista di questa importante sfida salvezza, la gara che congederà i lupi dal 2005 un anno iniziato con tante gioie ma che, nella seconda parte, è stato ricco di dolori. L’Avellino che ha giocato in terra veneta, almeno per ciò che ha fatto vedere nella prima frazione di gioco, fa ben sperare. Una squadra che seppur ha fatto vedere le solite numerose carenze difensive, ha mostrato notevoli miglioramenti in fase d’attacco. Gli ultimi 90’ e poi via all’operazione rinforzi. Dopo abboccamenti, telefonate e sondaggi, la macchina operativa biancoverde è pronta a mettersi al lavoro. Gaetano Fedele ha una priorità: sistemare la linea arretrata. Data ormai per scontata la partenza di Vincenzo Moretti, che nei giorni scorsi ha manifestato a chiare lettere la propria volontà di abbandonare Avellino, il responsabile dell’area tecnica dei lupi si è attivato prontamente, per riuscire a reperire nel minor tempo possibile un degno sostituto. L’ex dirigente di Parma e Casertana, nei giorni scorsi ha sondato la disponibilità di Andrea Sussi classe 73’. Il calciatore romano è in rotta di collisione con il Catanzaro e quindi, accetterebbe di buon grado un trasferimento all’ombra del Partenio. Elemento di provata esperienza, vanta una lunga carriera anche nel massimo campionato dove ha indossato le maglie di Bologna, Brescia, Ancona e Perugina, con 88 presenze e 2 goal messi a segno. In Campania ha già giocato con la Salernitana nella stagione 99/00. Portato in Calabria da Buso, non è in buoni rapporti con l’attuale tecnico Guerini e quindi, sarebbe propenso a trasferirsi altrove. Per l’out di destra dopo Tiziano Polenghi, 27enne ex Salernitana che arriverà in Irpinia dal Lecce, si prospetta un ritorno di Massimo De Martis, vecchio capitano dei lupi ed attualmente alla Torres. Elemento di provata esperienza consentirebbe alla formazione di mister Colomba, di poter riempire quella falda che fino a questo momento ha visto alternarsi nell’inedito ruolo di terzino D’Andra – Ametrano. ‘’TURBO’’, così soprannominato dai supporter di fede irpina, rientrerebbe in uno scambio che porterà alla corte di Antonello Cuccureddu Leo Criaco, suo vecchio pupillo. Per la zona centrale, almeno di clamorosi colpi di scena dovrebbe esserci Andrea Mantovani (21) di proprietà della Juve, ma attualmente in prestito al Chievo di Pillon, dove non trova spazio. Secondo persone molto vicine alla società di Via Cannaviello, sarebbe già stato raggiunto un accordo con il calciatore ed il suo procuratore. Il centrale piemontese, pur essendo ancora molto giovane, vanta già una discreta esperienza nel campionato cadetto, dove con le maglie di Triestina e Torino ha collezionato 68 gettoni e messo a segno 3 reti. Forte di testa, l’ex granata giungerà all’ombra del Partenio sotto la formula del prestito. Simone Puleo invece, pare essere sempre più vicino al passaggio al Messina. E’ ormai fatta, anche per Claudio Ferrarese 27enne esterno in forza al Cagliari, ma nella passata stagione alla Salernitana, con la quale ha inanellato 34 gettoni e siglato 4 reti. Vista l’impossibilità di arrivare a Gennaro Del Vecchio, la dirigenza biancoverde si sarebbe buttata a capofitto su Rijat Shala. Il 21enne, centrocampista svizzero, è in rotta con la Salernitana, che vorrebbe inserirlo in uno scambio alla pari con Daniele Cinelli. Elemento dalle grandi doti tecniche, nato in Kossovo, è alla sua seconda stagione in granata. Dopo un buon campionato con la formazione del presidente Aliberti, con la quale nella passata stagione una delle colonne portanti della nuova Svizzera, ha collezionato 34 partite messo a segno 2 goal. Quest’anno con la neonata società di Lombardi ha inanellato 11 gettoni, prima di essere messo questa settimana fuori squadra. In passato, il giovane centrocampista, ha indossato anche le maglie di Grasshopers, Schaffhausen e Lugano. Possibile, che già all’inizio della prossima settimana l’operazione possa andare in porto. Insomma, agli elementi della vecchia guardia che lasceranno il capoluogo irpino si aggiunge anche il centrocampista ciocario, che alla sua sesta stagione potrebbe, quindi, cambiare aria. Riccardo Allegretti è invece diviso tra Triestina e Treviso, con la formazione allenata da Cavasin in leggero vantaggio. Per l’attacco sono due le piste che si continuano a seguire, quella che porta a Marco Ferrante 35enne punta in forza all’Ascoli e quella che conduce Stefano Dall’Acqua 26enne ariete del Treviso. Emilio Docente invece quasi, sicuramente andrà al Teramo anche se restano ancora in lizza Martina e Ravenna, caduta del tutto l’ipotesi Catanzaro. Julio Cesar Leon tornerà alla Reggina, mentre Mattia Altobelli, potrebbe essere dirottato in C.(di Sabino Giannattasio)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.