Lupi si torna a lavoro. Danilevicius: “Il ritiro? Scelta giusta”

6 marzo 2006

Sotto un tempo da lupi, l’Avellino ha ripreso gli allenamenti in vista del prossimo match contro il Rimini di mister Acori. I biancoverdi, dopo il meritato riposo si sono ritrovati allo stadio Partenio per preparare al meglio l’incontro con la formazione romagnola. Tutti presenti tranne gli infortunati. Dopo l’importante e meritato successo contro l’Albinoleffe di mister Mondonico, Cecere e compagni si apprestano ad affrontare un’altra dura battaglia. Un incontro importantissimo in quanto un eventuale successo permetterebbe all’undici irpino di andare a meno quattro dai romagnoli e ‘risucchiarli’ così nella zona a rischio. Non sarà di certo facile fare risultato al Riviera delle Palme, in quanto i padroni di casa vorranno riscattare la bruciante sconfitta di Cremona. Mister Colomba si ritroverà ancora una volta privo di elementi importanti, infatti il tecnico di Grosseto dovrà fare a meno ancora di Albino e Monticciolo, entrambi dovrebbero rientrare nel match esterno contro la corazzata Mantova. Rientrerà il bomber Danilevicius che affiancherà Biancolino in attacco. L’ex captiano dei lupi ritroverà quindi, uno dei principali perni del proprio scacchiere. Il tecnico toscano, potrà quindi, contare in vista della prossima gara, su colui che sta trascinando la formazione irpina alla conquista dell’obiettivo prefissato. L’ariete lituano parla dell’incontro con la compagine di Acori, affermando anche che il ritiro deciso dalla società rappresenta la scelta giusta: “Avevamo preso questa decisione già prima della partita con l’Albinoleffe. Credo che sia la cosa migliore, il maltempo ci sta creando tanti problemi e non ci da la possibilità di allenarci al meglio. Questo per noi rappresenta un grosso handicap. Non avere strutture che ci permettono di svolgere il nostro lavoro è un davvero un problema. Andremo ad allenarci su un campo in erba come è giusto che sia”. Il Rimini non vince da nove turni, ma il centravanti dell’Est mette tutti in guardia: “E’ vero, ma questo non vuol dire che sono in crisi. Dovremo andare lì consapevoli dei nostri mezzi, provando in tutti i modi a portare una vittoria a casa. Un successo ci permetterebbe di agganciare la zona tranquilla della classifica. Abbiamo bisogno di fare punti anche in trasferta, affrontiamo un avversario alla nostra portata, quindi, dovremo fare il massimo per vincere. Noi ci crediamo e speriamo di poter dare questa grossa soddisfazione ai nostri tifosi”. Luca Minopoli, che contro i bergamaschi ha fatto il suo esordio dal primo minuto, è pronto a sostituire nuovamente l’infortunato Albino. L’ex pescarese suona la carica in vista del prossimo incontro: “ In trasferta dobbiamo scendere in campo più convinti. Dobbiamo assolutamente migliorare sotto il piano caratteriale, credo che questa sia l’unica pecca quando, scendiamo in campo lontano dal Partenio. Da quando sono arrivato ad Avellino abbiamo conquistato soltanto un punto in trasferta, ma non abbiamo offerto prestazioni negative. Sotto il piano del gioco stiamo crescendo molto, la partita dello Zini ne è la prova evidente. Per raggiungere senza particolari patemi l’obiettivo che ci siamo prefissati, abbiamo bisogno di fare risultato anche lontano dal Partenio”. Il mediano napoletano elogia il pubblico di fede irpina: “Sabato i nostri tifosi sono stati determinanti. Davvero fantastici, credo che Avellino sia in casa che in trasferta sia una delle poche piazze che in serie B riesce a portare un così gran numero di tifosi, loro sono la nostra arma in più e spero che anche a Rimini ci seguano numerosi”. Sulla possibilità di indossare ancora una maglia da titolare l’ex biancoazzurro dichiara: “Me lo auguro. Sono contento che il mister mi abbia dato fiducia contro l’Albinoleffe, ma sono dispiaciuto per gli infortuni dei miei compagni. La perdita di Alessandro e di Marcello per noi è stata molto grave. Sono due giocatori fondamentali per noi, e poi in questo momento della stagione così delicato più siamo e meglio è. A questo punto della stagione abbiamo davvero bisogno di tutti”. Il partenopeo torna a parlare dell’incontro vinto sabato scorso contro i serani: “E’ vero che abbiamo vinto, ma negli ultimi venticinque minuti abbiamo rischiato qualcosa arretrando troppo il baricentro. C’è andata bene, ma non sarà sempre così. In un campionato come quello cadetto gli errori si pagano”. Sulla sua condizione atletica afferma: “Mi sento abbastanza bene…era da novembre che non giocavo una partita da titolare, sono davvero felice della mia prestazione. Spero di poter fare sempre meglio, voglio dare il mio contributo per la conquista della salvezza”. Soltanto palestra per Biancolino e Savoldi. La formazione biancorossa invece dovrà rinunciare a capitan D’Angelo che sarà fermato dal giudice sportivo, mister Acori ritroverà Moscardelli che ha scontato il turno di stop.