Lucci (Cisl): “Scelta Montemarano incomprensibile”

6 giugno 2014

“Che Angelo Montemarano stia alla guida dell’Arsan, l’Agenzia regionale sanitaria, è veramente incomprensibile. La cosa migliore che può fare è un passo indietro, come atto di responsabilità verso quanti tra lavoratori del settore e cittadini hanno dovuto affrontare pesanti sacrifici proprio a seguito del disastro che ha preso forma mentre lo stesso Montemarano era il potente assessore della giunta Bassolino”. A dichiararlo è Lina Lucci, Segretario Generale Cisl Campania, intervenendo a Ischia al Consiglio regionale della Cisl Medici. “Ragioni quanto meno di opportunità avrebbero imposto a tutti, a cominciare dallo stesso Montemarano, di evitare a monte una situazione dal forte sentore gattopardesco”, ha aggiunto Lucci. “Così si aumenta anche lo “spread” con quanto prende forma sul piano nazionale, con una nuova stagione politica in cui in primis il Presidente del Consiglio si presenta come nuovo e “salvifico”. Si mortifica una istanza di profondo rinnovamento che tutto il Paese sta invocando a gran voce. E che qui in Campania fa fatica ad essere recepito, soprattutto da quanti ci governano ai vari livelli”. “Chiediamo a Caldoro per la sua responsabilità istituzionale di intervenire per favorire il ritiro della candidatura. Contemporaneamente al Presidente della Giunta chiediamo di dare conto dell’intero procedimento, delle candidature pervenute e delle selezioni effettuate, con assoluta trasparenza, rendendo disponibili gli atti, così che ciascuno possa fare tutte le valutazioni del caso”. “Qualora ciò non accadesse – ha concluso Lucci – la Cisl è pronta a formalizzare una richiesta di accesso agli atti”.