L’ottimismo della De Simone sul bilancio della Giunta provinciale

23 dicembre 2005

Avellino – Palazzo Caracciolo attraversato da una briosa aria di festa. È così che la Presidente della Provincia, Alberta De Simone ha accolto circondata dall’intera Giunta, la schiera di dipendenti per rinnovare i suoi auguri natalizi. A prendere la parola è Mario Bianchino, direttore generale. “Ciò che caratterizza questa amministrazione è la forte unità dei suoi membri. Ci poniamo come obiettivo primario di creare nuovi slanci al fine di distinguerci per impegno e passione”. Visibilmente entusiasta la Presidente De Simone, che omaggiando il proficuo operato di tutti gli assessori ha voluto tracciare un bilancio sul lavoro amministrativo ad oggi svolto. “Un sentito grazie va alla mia squadra, che da sempre lavora con coesione sia politica che umana. Questa è la premessa per poter portare avanti un discorso concreto e sostanziale per la nostra terra. Quest’anno abbiamo raggiunto importanti traguardi, concentrando tutte le nostre forze sulla gestione ordinaria, binario a volte trascurato. Tre sono le mete che ci siamo prefissati per il 2006: valorizzare le risorse della nostra Irpinia, inaugurando la Facoltà di Enologia già approvata in Consiglio di facoltà, incentivare la ricerca medica con l’apertura del polo oncologico pediatrico e a tal proposito ringrazio la deputazione regionale irpina per aver sollecitato il finanziamento, sviluppare politiche di internazionalizzazione per portare in alto il nome della nostra terra”. Non poteva mancare una riflessione sulla bagarre politica che ha attraversato Palazzo Caracciolo gli scorsi mesi. “Ormai la bufera è passata – ha affermato la Presidente – mettendo da parte ogni appartenenza politica. Siamo un gruppo unito e armonico. E con questo proposito ci affacceremo al nuovo anno, con l’intento di fare di più”. (Marianna Marrazzo)


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.