Lotta alle frodi alimentari: sequestrati 300 kg di prodotti scaduti

19 dicembre 2005

Lotta alle frodi alimentari, la Guardia di Finanza sequestra 300 chili di prodotti alimentari scaduti. Gli Uomini del comando della Compagnia di Avellino, nell’ambito dei controlli di polizia economica finanziaria, volti a contrastare le frodi in commercio, hanno ispezionato un esercizio commerciale, ubicato in un Comune della provincia di Avellino, gestito da una donna di circa 50 anni che poneva in vendita alimenti e bevande con etichetta riportante la data di consumazione scaduta. Tra gli alimenti sono stati rinvenuti decine di porzioni di pesce congelato preparato per il cenone di natale. Immediatamente sono stati fatti intervenire gli ispettori dell’Asl AV2, che hanno approfondito i controlli di competenza su tutti i prodotti rivenuti nell’attività commerciale. La merce è stata sottoposta a sequestro amministrativo per violazione alle leggi sanitarie e successivamente affidata a una ditta autorizzata per la distruzione. In particolare sono stati sequestrati diversi chili di prodotti alimentari tra cui pesce congelato, semilavorati, carne, dolciumi e formaggi. Grazie all’intervento delle Fiamme Gialle è stato possibile così togliere dal mercato prodotti alimentari scaduti e potenzialmente pericolosi per il consumatore finale. La titolare dell’attività commerciale è stata segnalata agli organi competenti per violazioni amministrative al decreto legislativo nr. 109/62 che prevede sanzioni che vanno dai 3 mila euro ai 18 mila euro per ogni prodotto alimentare recante l’etichetta con data di consumazione scaduta.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.