Lotta al falso, giro di vite delle Fiamme Gialle: nei guai 4 persone

Lotta al falso, giro di vite delle Fiamme Gialle: nei guai 4 persone

11 febbraio 2016

Giro di vite delle Fiamme Gialle della Tenenza di Baiano nell’ambito delle attività a contrasto della contraffazione marchi, sicurezza prodotti e tutela del “made in Italy”.

In particolare, i militari hanno accertato la presenza di numerosi inviti per feste, cartoncini augurali e cover per telefoni cellulari, raffiguranti personaggi dei cartoni animati “Masha e Orso”, “SpongeBob” e d il marchio “Moschino”, tutti abilmente contraffatti.

La merce, quantificata in circa 600 pezzi, è stata sottoposta a sequestro e nei confronti della responsabile, una cittadina di nazionalità cinese, residente in provincia di Avellino, scattava la denuncia alla Procura della Repubblica competente, per la violazione prevista dall’articolo 474 (falso) del codice penale.

Inoltre, è stata constatata la presenza di numerosa merce, detenuta per la vendita, risultata essere non conforme agli obblighi di etichettatura ed alle indicazioni minime obbligatorie inerenti la sicurezza dei prodotti. Per tale motivo si procedeva al sequestro amministrativo di circa 6.000 prodotti (materiale elettrico vario ed accessori per telefonia) in violazione agli articoli 6 – 7 e 9 del Decreto Legislativo nr.206/2005 (c.d. Codice del Consumo).

Il sequestro in questione segue quello effettuato alcuni giorni fa sempre dalle Fiamme Gialle della Tenenza di Baiano, allorquando nel corso di un medesimo servizio, rinvenivano all’interno di un esercizio commerciale circa 800 pezzi, sempre tra cover per telefoni cellulari ed inviti per feste, raffiguranti personaggi dei cartoni animati della “Disney” e i loghi della “SSC Napoli”, “Chanel’ e “Adidas”, tutti abilmente contraffatti.

Anche in questo caso il titolare dell’attività commerciale, anch’esso di nazionalità cinese, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per la medesima violazione prevista dal codice penale.

Nel solco della predetta intensificazione del controllo economico del territorio, anche i militari della Tenenza di Sant’Angelo dei Lombardi (Avellino), hanno proceduto, in due distinti servizi, precisamente a Sturno e Torella dei Lombardi al sequestro complessivo di oltre 100 capi di abbigliamento ed accessori recanti il logo di note marche italiane e straniere (“Peuterey”, “Moncler”, “Colmar”, “Blauer”, “Armani” ed altre), abilmente contraffatti e di un’autovettura utilizzata per il trasporto.

Conseguentemente, per i due responsabili – residenti rispettivamente nelle province di Napoli e di Avellino – è scattata la denuncia a piede libero alla competente Procura della Repubblica per i reati di cui agli articoli 648, 473 e 474 del codice penale.