L’omicida di Clorinda Sensale tenta il suicidio in carcere, salvato in extremis

L’omicida di Clorinda Sensale tenta il suicidio in carcere, salvato in extremis

1 novembre 2018

Ha provato ad ammazzarsi in cella, tentando di impiccarsi con un lenzuolo. L’episodio è avvenuto questa mattina presso la Casa Circondariale di Bellizzi Irpino. Protagonista Pellegrino Pulzone, condannato a vent’anni in Cassazione per l’omicidio di Clorinda Sensale, uccisa con otto coltellate nel centro storico di Avellino nel 2013.

Il detenuto, che era da tempo sotto l’osservazione di psicologi e psichiatri, è stato salvato in extremis dal tempestivo intervento di agenti e medici.

L’efferato delitto era avvenuto in via delle Oblate. La vittima era la 7oenne Clorinda Sensale, proprietaria del negozio “Holiday sport”.