Livorno – Avellino, le probabili formazioni: Tesser rispolvera il rombo e cambia la difesa

Livorno – Avellino, le probabili formazioni: Tesser rispolvera il rombo e cambia la difesa

11 ottobre 2015

Allontanare le rispettive crisi, seppur inquadrate a latitudini differenti, per rilanciarsi. Livorno e Avellino vanno a caccia di punti pesanti nella sfida del “Picchi”, un vero e proprio tabù per i padroni di casa. Gli amaranto infatti non sono mai riusciti a battere i biancoverdi nei tre precedenti incontri in Toscana – due pareggi ed una sconfitta – archiviati inoltre senza mai andare a segno.

Con la forza dei precedenti ed il ritiro affrontato per purificare l’intera rosa dalle scorie del momento no, la truppa Attilio Tesser punta ad un risultato positivo in grado di portare a compimento il processo di rivitalizzazione. Il tecnico di Montebelluna punta tutto sul ritorno alle origini dal punto di vista tattico, con il 4-3-1-2 rispolverato per l’occasione. Difesa rivoluzionata, centrocampo operaio e attacco invariato: queste le credenziali di avvicinamento alla delicata trasferta toscana.

Davanti a sé, Frattali assisterà ad un corposo ricambio al quale è destinato a sopravvivere il solo Biraschi. L’ex difensore del Grosseto avrà Rea quale nuovo compagno al centro in luogo di Ligi, mentre Nitriansky e Visconti scalzeranno rispettivamente Nica, non al meglio per una botta al ginocchio, e Giron sulle corsie esterne. Nulla da fare per Chiosa penalizzato dal cambio di modulo.

La mediana sarà strutturata in modo da assicurare la legna da ardere nel cuore della manovra. Spazio allora al trio operaio composto da capitan D’Angelo e Arini sugli interni con Jidayi a dirigere le operazioni in cabina di regia. Il sacrificato di turno sarà Zito, autore di una prestazione opaca durata soltanto 45 minuti contro il Vicenza. Il rombo-bis consentirà a Insigne di agire da fantasista puro a sostegno di Trotta, e non di Mokulu che durante le prove di Ercolano non ha convinto Tesser a schierarlo dal 1′, e Tavano, ex di turno atteso dai fischi nonostante le 51 reti messe a segno nelle quattro annate amaranto.

Nel Livorno, Panucci conta sei indisponibili, equamente distribuiti tra difesa e attacco, ed è costretto ad apportare modifiche all’assetto tattico. Dal 4-2-3-1 si passa al 4-3-3 con una mediana più robusta grazie all’inserimento di Biagianti al fianco di Schiavone e capitan Luci. In difesa, novità sugli esterni: a destra Moscati è l’uomo designato per colmare il vuoto lasciato dai nazionali Maicon e Calabresi, mentre sull’altro versante Gasbarro dovrebbe vincere il ballottaggio con l’uragano Kukoc, la cui spavalderia sul piano tecnico, oltre che su quello verbale, potrebbe sbilanciare troppo il Livorno. Nel tridente offensivo, largo all’altro ex Comi, che sarà supportato da Aramu e Pasquato.

Le probabili formazioni del match (fischio d’inizio alle 15):

Livorno (4-3-3): Pinsoglio; Moscati, Ceccherini, Lambrughi, Gasbarro; Biagianti, Schiavone, Luci; Aramu, Comi, Pasquato.

A disp.: Ricci, Gonnelli, Jelenic, Morelli, Palazzi, Bunino, Vergara, Cazzola, Kukoc.

All.: Christian Panucci.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Calabresi, Emerson, Fedato, Maicon, Vajushi, Vantaggiato.

Ballottaggi: Gasbarro-Kukoc 60%-40%; Comi-Bunino 60%-40%.

Avellino (4-3-1-2): Frattali; Nitriansky, Rea, Biraschi, Visconti; D’Angelo, Jidayi, Arini; Insigne; Trotta, Tavano.

A disp.: Offredi, Nica, Mokulu, Zito, Ligi, Soumarè, Giron, Bastien, Chiosa.

All.: Attilio Tesser.

Squalificati: Castaldo.

Indisponibili: Gavazzi.

Ballottaggi: Nitriansky-Nica 60%-40%.

Arbitro: Daniele Minelli della sezione di Varese.

Guardalinee: Marco Citro della sezione di Battipaglia e Riccardo Di Fiore della sezione di Aosta.

A partire dalle 14:30, Irpinianews seguirà live la partita tra Livorno e Avellino con la diretta testuale: risultato e cronaca della gara in tempo reale dallo stadio “Armando Picchi “.

A seguire, il post-partita attraverso i contributi video realizzati con i protagonisti del match dalla sala stampa dell’ “Armando Picchi”.