Basket, i grigi non aiutano la Sidigas. Tenerife la spunta in volata con White

Basket, i grigi non aiutano la Sidigas. Tenerife la spunta in volata con White

23 novembre 2016

In un Paladelmauro tutt’altro che gremito (curve a parte) la Sidigas Avellino si arrende all’Iberostar Tenerife tra più ombre che luci. Gara macchiata dalla decisione della terna arbitrale che nel finale prima assegna poi revoca un antisportivo a Thomas a 16” dalla sirena. Al fotofinish decisivo White per gli iberici che, aiutato da un fallo di Cusin, completa il gioco da 3 punti rimontando la Scandone.

Match. E’ Doornekamp ad aprire le danze a Contrada Zoccolari, l’ex Caserta si ripete per il personale 4-0 di parziale. La Sidigas risponde con i 5 punti consecutivi di Thomas. Si procede sui binari dell’equilibrio: Hanley e Bogris per gli isolani, Cusin e di nuovo Thomas per i biancoverdi. A metà quarto però l’Iberostar imbecca il break di 7-1 che gli fa chiudere sul +10 il primo quarto.

La seconda frazione si apre con i liberi dello scatenato Thomas e di Ragland, Beiran sull’altra sponda comincia a bombardare i locali da 3, tutti a segno finora i tiri del nazionale iberico da oltre i 6,75. Si ritorna sullo svantaggio in doppia cifra per Avellino e Sacripanti si rifugia nella sospensione. In uscita è Randoplh a salire in cattedra: prima una schiacciata del 20 e poi un suo contropiede rilanciano la Scandone. Sui legni anche Cusin che si prende gli applausi del Palazzo. L’ultimo possesso tuttavia è gestito alla grande da Tenerife, English si iscrive a referto ed è 33-38 alla pausa lunga.

Si ritorna sul parquet con il 5-0 di parziale griffato Thomas e Ragland, mentre è Cusin dalla media a portare i suoi in vantaggio (+2). L’inerzia a questo punto passa nelle mani del roster di Sacripanti: altro 5-0 firmato Randoplh, annullato dai 4 punti consecutivi di Bogris e dalla tripla di Richotti, già visto in Irpinia quando affrontava il Cab Solofra, allora in D. Beiran ritrova il vantaggio, Leunen sulla sirena di quarto schiaccia il -1.

Cusin fuori momentaneamente dalle rotazioni per infortunio, ci pensano Thomas, Green e Zerini a far mettere il muso avanti alla Sidigas. Gli spagnoli restano ad un tiro di schioppo grazie a English, rimasto seduto per tutto il primo tempo. Bogris riporta Tenerife a -1, gli risponde Joe Ragland ad un minuto dalla sirena e con gli irpini a +3. Fallo di Fesenko, subito rilevato dal centro italiano. Il nazionale greco sbaglia entrambi i liberi ma il rimbalzo premia ancora gli isolani. Iberostar di nuovo in lunetta, White fa bottino pieno. Finale concitato: i grigi revocano un antisportivo a Thomas, White completa il gioco da 3 punti (fallo di Cusin) ed è vantaggio ospite. Non c’è più tempo per Avellino, la parabola di Ragland a 2” dalla sirena si stampa sul ferro. 75-76 il finale.

AVELLINO: Randolph 24, Thomas 23, Ragland 7.

TENERIFE: Bogris 22, Beiran 14, White 10.