Basket, la Sidigas Avellino sovrasta i giganti di Sassari. 70-75 il finale

Basket, la Sidigas Avellino sovrasta i giganti di Sassari. 70-75 il finale

20 novembre 2016

La Sidigas Avellino si prende il lunch match dell’ottava giornata di Serie A contro un Banco di Sardegna Sassari che bramava riscatto dopo le 3 sconfitte di fila. La Scandone, nonostante il parziale horror di 25-11 accumulato dalla Dinamo nel secondo quarto e le percentuali bassissime al tiro libero (appena 8/20 contro il 19/20 sardo), riesce a sovrastare i giganti grazie alle prestazioni monstre di Thomas, Ragland e Randoplh, autori di 57 dei 75 punti totali conquistati dagli uomini in biancoverde. La Dinamo si ferma a quota 70.

Match. Il mezzogiorno di fuoco in Lba si apre con il parziale di 10-0 targato dalle triple di Thomas e dai liberi di Ragland. I giganti si sbloccano solo a metà quarto con Johnson-odom a cronometro fermo, ma i punti danno la scossa alla Dinamo tanto da riuscire – quasi – ad accarezzare la parità grazie ai falli di Thomas (11-15). Segue un 4-0 Scandone tutto a firma di Ragland, poi uno 0/2 in lunetta di Severini e una tripla del play avellinese dalla mano caldissima in questa fase (già 9 punti). Nel finale di quarto i liberi di Stipcevic scrivono sul tabellone luminoso 16-24. La storia cambia in avvio seconda frazione, il ribaltone del Banco di Sardegna mette a nudo le carenze offensive degli ospiti tanto che coach Sacripanti è costretto a rifugiarsi nella sospensione. 60” di reprimenda e si ritorna sui legni con i punti di Ragland e il canestro di Lydeka. Stipcevic è chirurgico da 3 (2/2), Avellino va sotto di 5. Leunen si iscrive al referto ma ancora il croato ex Roma rilancia il +6 di vantaggio (41-35 al 20′).

Il parzialone di 25-11 accumulato dai locali nella seconda frazione lascia strascichi profondi anche nella ripresa. A ciò si aggiunge il dramma della Scandone dalla lunetta che ne segna appena 5/16 con percentuali basse soprattutto da parte del solito Fesenko. Ragland, Randolph e Thomas più forti delle avversità e l’ultimo periodo si gioca con appena un possesso di vantaggio da parte dei sardi. E’ Randoplh a schiacciare la bimane del pareggio (58 pari), Lydeka rimarca il +2 sorprendendo a rimbalzo Cusin. Ci pensa lo scatenato Thomas a completare il gioco da 3 punti con la Sidigas che torna in vantaggio dopo 2 quarti di sofferenza. Stipcevic riprende a bombardare i lupi (4/6 da 3), il break di Randolph e Thomas tiene a +3 Avellino. Bene Carter e Olaseni dalla lunetta ma non basta perché Thomas segna ancora da oltre l’arco. E’ il gameover, nel finale Cusin segna gli ultimi punti dalla lunetta: 70-75 in favore di Avellino.

SASSARI: Stipcevic 18, Olaseni e Johnson-odom 9.

AVELLINO: Thomas 21, Ragland e Randoplh 18.