La Sidigas diventa maggiorenne con una vittoria, battuta Reggio

La Sidigas diventa maggiorenne con una vittoria, battuta Reggio

2 ottobre 2017

Renato Spiniello –  La Sidigas Avellino diventa maggiorenne (18° anno in A) battendo la Grissin Bon Reggio Emilia nel posticipo del monday night 66-62. Sugli scudi i nuovi arrivati in casa biancoverde Rich e Wells, rispettivamente con 18 e 14 punti. Agli emiliani non bastano i centimetri di Reynolds e Cervi. Lo spettacolo è però tutto sulle tribune, in un PalaDelMauro sold-out offerto gratuitamente alla città dalla società irpina in attesa della campagna abbonamenti.

Primo quarto 18-22 Subito 2 di Cervi dopo la palla alta. Avellino risponde con Jason Rich dopo che il ferro aveva risputato il semigancio di N’Diaye. Reggio gioca bene sull’asse Della Valle-Cervi e ritorna avanti, suggellando il vantaggio con le bombe di Mussini e Markoishvii. Fitipaldo fa tornare a segnare punti la Scandone, a seguire dalla lunetta Cervi e Rich fanno entrambi bottino pieno. L’americano segna anche dalla media, col parziale fermo sul +6 Grissin Bon. La forbice si restringe con la tripla di Zerini, in uscita dalla panchina. L’italiano a segno anche da sotto il ferro, ma solo dopo i 3 di Sané (13-19). Le percentuali dalla distanza sorridono agli emiliani che chiudono il quarto con un fruttuoso 4/6, Sidigas ferma sull’1/7.

Secondo quarto 14-8 Nevels inaugura la frazione, D’Ercole risponde con la seconda tripla biancoverde della gara. Scrubb ne aggiunge altri 2 in uscita di timeout reggiano (-3). Gli ospiti riprendono quota con il break di Reynolds (4 punti). Rich e Fitipaldo riescono ad impattare nel finale di frazione, ma Nevels riporta avanti i suoi. Wells, che fino ad ora non aveva mai tirato, ne mette 4 di fila firmando il primo vantaggio irpino della gara, con cui si va alla pausa lunga.

Terzo quarto 23-16 Rich e l’ex Cervi in apertura di quarto. Zerini dimostra di essere in serata di grazia mettendone altri 2. Wells si guadagna un prezioso antisportivo, mentre Scrubb continua a portare punti importanti dalla panchina. Menetti non può che affidarsi alla sospensione. Al rientro il tabellone luminoso segna 40-32 per i padroni di casa. Fitipaldo aggiusta le medie da oltre l’arco, dall’altra parte però c’è lo specialista Markoishvii (2/4). La terza tripla di fila la firma Leunen, con i parziali che schizzano in alto. Wells dalla lunetta è implacabile, così come Sanè e Della Valle (48-41). Seconda tripla della gara per l’ala made in North Carolina che dimostra non soffrire l’impatto con il nostro campionato.

Ultimo quarto 11-16 Tripla di Sanè dopo i 2 di Rich. Della Valle ricuce ancora ma la giocata di Fitipaldo vale il +7. Sul tap-in di Reynolds il buon Sacripanti chiede il minuto di sospensione. In uscita quarto fallo di Rich che però rimane sui legni. Prezioso rimbalzo in difesa per Fitipaldo, a cui segue il 2/2 di Leunen dalla carità. Dopo la bimane ancora di Reynolds le due squadre sono divise da un misero punto. Wells in contropiede ci mette una pezza, Reggio deve affidarsi al timeout. Zerini scaccia via la preghiera dell’ex Recanati dal primo ferro, Avellino debutta con la vittoria. 66-62 il finale.

Sidigas Avellino: Rich 18, Wells 14, Fitipaldo 9.

Grissin Bon Reggio Emilia: Reynolds 14, Cervi 10, Sané 9, Nevels 9.