Alla Sidigas non riesce il colpaccio a Salonicco. L’Aris vince in volata

Alla Sidigas non riesce il colpaccio a Salonicco. L’Aris vince in volata

14 novembre 2017

Renato Spiniello – Alla Sidigas Avellino non riesce il blitz alla Nick Galis Hall di Salonicco, sciupando all’ultimo quarto il vantaggio di 5 lunghezze accumulato fino alla terza sirena. Vince l’Aris 59-56 che risorge dopo cinque sconfitte di fila tra campionato e coppa, tra cui quella nel derby contro il Paok. La Scandone ora ritornerà sui legni per la competizione europea soltanto il 6 dicembre, dopo la pausa per le nazionali, giorno in cui sbarcheranno al Del Mauro i tedeschi di Bonn.

Primo quarto 12-12 Botta e risposta in avvio di gara: N’Diaye e Wells per i biancoverdi, Benson e Weaver per l’Aris. N’Diaye si conferma un fattore in questa fase, aggiungendone altri 2; dall’altra parte gli risponde Vasilopoulos da oltre l’arco. L’ala forte greca conferma mano calda da 3, replicando dopo poco. Rich, e i liberi di Zerini, mantengono il match in parità.

Secondo quarto 13-15 Ortner apre la seconda frazione così come N’Diaye ha aperto la prima. I gialloneri vanno in bianco in lunetta e il centro austriaco può concedere anche il bis. L’Aris si affida a Bell, ma poi ottiene un altro 0/2 dalla carità. Di Petway i punti del pareggio, in una gara in cui percentuali e parziali si tengono bassissimi. Almeno fino a metà frazione, quando Filloy da una parte e Bell dall’altra aggiustano la mira alzando l’intensità di gara. Si chiude col mini break irpino a firme Leunen e ancora Filloy: 25-27 alla pausa lunga.

Terzo quarto 14-17 Magie di Leunen e Wells al rientro dagli spogliatoio: Scandone a +8 e massimo vantaggio. Dalla distanza anche la replica greca, prima dei 2 di N’Diaye dalla media (30-35). Il senegalese segna anche in bimane, confermandosi in serata di grazia dal punto di vista realizzativo. Rich e Zerini provano a dare la sterzata, nonostante Bell e il contropiede di Athinaiou. Wells si esalta anche in difesa, conservando il +5 a 10′ dal termine.

Ultimo quarto 20-12 Wells e N’Diaye si esaltano anche all’ultima frazione. I padroni di casa restano però in scia con Athinaiou e Petway (44-49). Il senegalese della Sidigas continua a volare sui ferri della Nick Galis Hall, facendo rumoreggiare il pubblico di casa. Bell, ancora dalla distanza, scrive il -2 sul tabellone luminoso, costringendo Sacripanti ad invocare il timeout. In uscita tocca a Rich esaltarsi per i biancoverdi, ma Vauqhn e Vasilopoulos riescono nella rimonta a 1 minuto dalla sirena. N’Diaye non riesce ad impattare in lunetta, l’Aris la chiude con Athinaiou, ma all’ultima azione pesa il fallo non fischiato ai danni di Rich. Finisce 59-56.

Aris Salonicco: Bell 16, Vasilopoulos 15, Athinaiou 9.

Sidigas Avellino: N’Diaye e Rich 16.